lorenziniterminal
grimaldi
Governance > P&O Ferries – Le autorità sequestrano un traghetto, Johnson chiede le dimissioni del Ceo Hebblethwaite

P&O Ferries - Le autorità sequestrano un traghetto, Johnson chiede le dimissioni del Ceo Hebblethwaite

LONDRA - Le autorità di regolamentazione britanniche hanno annunciato di aver sequestrato un traghetto P&O Ferries, si tratta della nave ro-ro European Causeway attraccato al porto di Larne (Irlanda del Nord) perché riconosciuta “non idonea alla navigazione".

L'agenzia del governativa britannica - Maritime and Coastguard Agency (MCA) - in una nota ha fatto sapere: “Possiamo confermare che la nave European Causeway è stata fermata a Larne, a causa di fallimenti nella familiarizzazione dell'equipaggio, nella documentazione della nave e nell'addestramento dell'equipaggio. Rimarrà in detenzione fino a quando tutti questi problemi non saranno risolti da P&O Ferries”.

 

Traghetto P&O

 

Il provvedimento è stato emesso in seguito alle sollecitazioni da parte del governo e dei sindacati di incrementare le ispezioni sulla sicurezza dei traghetti della compagnia che, la scorsa settimana, ha licenziato in tronco 800 marittimi, sostituendoli con il personale interinale.

Il segretario ai trasporti, Grant Shapps, ha twittato un messaggio confermando la detenzione della nave dopo aver precedentemente incaricato l'MCA di concentrarsi sui problemi di sicurezza e garantire che gli equipaggi sostitutivi fossero adeguatamente formati prima della ripresa dei servizi passeggeri. Shapps è stato esplicito nelle sue critiche verso la compagnia, insistendo sul fatto che la compagnia non aveva dato un preavviso adeguato prima del licenziamento dei 800 membri dell'equipaggio. Shapps ha affermato che il governo rivedrà anche i suoi contratti con P&O, inoltre esprimendo l'opinione secondo cui il Ceo della compagnia, Peter Hebblethwaite, debba dimettersi.

Dello stesso avviso il premier, Boris Johnson, che ha chiesto le dimissioni di Hebblethwaite, come riportato dall'ufficio di portavoce del primo ministro, dopo che l'amministratore delegato della società in audizione presso il Parlamento, aveva ammesso la violazione delle normative britanniche in seguito alla manza consultazione con le autorità e il mancato preavviso di licenziamento.

Hebblethwaite nello scusarsi per "l'audace operazione" ha affermato che la società non aveva scelta altimenti sarebbe andata incontro al fallimento. La BBC ha riferito che il Ceo ha diffuso una dichiarazione all'interno dell'azienda spiegando che "questo tipo di licenziamento non poteva e non sarebbe successo di nuovo". Secondo la BBC la compagnia non avrebbe adempiuto all'obbligo di consultare le autorità, ma non vi sarebbero, tuttavia, reati penali.

Il sindacato RMT - Unione nazionale dei lavoratori ferroviari, marittimi e dei trasporti - ha incontrato venerdì i dirigenti di P&O, ma ha riferito che l'incontro è durato meno di 20 minuti. "La società P&O non era disposta ad ascoltare possibili scenari o sviluppare ideee che fornissero una soluzione all'attuale situazione disastrosa", ha riferito il sindacato dopo l'incontro. "RMT continuerà a fare pressioni sul governo per un intervento immediato con qualsiasi mezzo necessario per fare in modo che P&O esegua un'inversione di rotta reintegrando i marittimi".

La compagnia sta facendo di tutto per rimettere in servizio alcune delle sue navi. Ieri, la Pride of Hull è salpata per Rotterdam dopo che 82 membri dell'equipaggio erano stati sostituiti, ma la nave ha proceduto senza passeggeri né merci. L'MCA ha affermato di aver condotto un'ispezione prima che la nave partisse dal Regno Unito, ma il traghetto Ro/Ro è rimasto attraccato nei Paesi Bassi sin dal suo arrivo.

La compagnia in una nota pubblica rivolta alla clientela ha fatto sapere: "Abbiamo riscontrato alcune interruzioni, tuttavia stiamo lavorando per ridurre al minimo l'impatto sul viaggio". Sono ripristinate invece le linee Hull - Rotterdam e Liverpool - Dublino, mentre la tratta più trafficata, quella Dover - Calais rimane ancora sospesa come il servizio Irlanda del Nord - Scozia che con questo arresto del traghetto a Larne è nuovamente sospeso.

 

Post correlati

Assoporti, Giampieri: Preoccupazione per l’instabilità politica e i possibili effetti sulla portualità

Roma: “L’ipotesi di instabilità politica ci preoccupa perché si colloca in un momento di grandi incertezze a livello mondiale, e […]

Crisi di Governo, rinviato il fermo nazionale dell’autotrasporto

A conferma del grande senso di responsabilità, che ha sempre caratterizzato la categoria, l’autotrasporto italiano ha deciso di sospendere la […]

La replica/Accademia Navale Livorno: «Avviata una verifica su “asserite” irregolarita concorsuali»

LIVORNO – «In merito a quanto pubblicato sul quotidiano “Il Tirreno” relativo alle asserite irregolarità concorsuali durante le fasi di […]


Leggi articolo precedente:
APMoller Maersk
A.P. Møller – Mærsk continua il programma di riacquisto di azioni proprie

A.P. Møller - Mærsk ha annunciato stamani le operazioni effettuate nell'ambito del  programma di riacquisto di azioni proprie fino a...

Chiudi