lorenziniterminal
grimaldi
Cruise & Ferries > P&O licenziamento 800 marittimi – Hebblethwaite ammette: “Violata la norma”

P&O licenziamento 800 marittimi - Hebblethwaite ammette: "Violata la norma"

P&O licenziamento 800 marittimo. L'amministratore delegato di P&O Ferries, Peter Hebblethwa ammette di  avere violato le normative britanniche.

Il sindacato RMT chiede al governo un'ordinanza immediata per impedire che le navi salpino e per il reintegro dei lavoratori licenziati.

La dichiarazione dell'amministratore delegato di P&O Ferries, Peter Hebblethwaite avvenuta in audizione presso la Commissione Commercio, energia e strategia industriale del Parlamento britannico ha scatenato dure reazioni da parte dei parlamentari.

P&O Ferries, in una lettera inviata al governo  aveva precedentemente negato di aver infranto alcuna legge togliendo il lavoro ai marittimi con effetto immediato. La posizione è stata, invece, ribaltata dell'amministratore delegato Hebblethwaite che ha ammesso che la compagnia ha violato la norma non consultando i sindacati così come previsto dalla legislazione britannica.

Hebblethwaite ha dichiarato che questo è stato fatto deliberatamente ma anche che la compagnia compenserà adeguatamente i marittimi danneggiati da questa decisione.

L'ammissione ha naturalmente scatenato la reazione dei sindacati dei lavoratori, RMT ha chiesto al governo di emettere un'ordinanza dall'effetto immediato per vietare la navigazione alle navi di P&O Ferries e per reintegrare i lavoratori licenziati.

il segretario generale di RMT, Mick Lynch ha dichiarato: «Alla luce delle prove fornite oggi da legali ai parlamentari che ci sono state molteplici violazioni delle leggi e dell'ammissione dell'amministratore delegato di P&O, Peter Hebblethwaite, che la compagnia non solo ha infranto la legge ma lo farebbe di nuovo. Chiediamo al governo di emettere un'ordinanza immediata per impedire che le navi salpino e per il reintegro dei lavoratori licenziati.  - ha detto Lynch - Questo potrebbe comportare che il governo, se necessario, prenda il controllo delle navi. Chiediamo anche l'immediata decadenza di Peter Hebblethwaite da amministratore dopo che ha ammesso che la società ha infranto la legge e lo farebbe nuovamente».

Nautilus International riguardo  all'ammissione di Hebblethwaite ha specificato: «non c'è dubbio - ha dichiarato l'amministratore delegato - che dovevamo consultare i sindacati. Abbiamo scelto di non farlo», il sindacato ha denunciato che la compagnia di navigazione ha scelto di non consultare i rappresentanti dei lavoratori, come richiesto dalla legge, perché ciò - ha detto Hebblethwaite - sarebbe stata «una farsa».

Le motivazioni dall'amministratore delegato di P&O Ferries hanno succitato un effetto immediato: «siamo passati - ha spiegato ai parlamentari - ad un modello ampiamente utilizzato in tutto il mondo e dai nostri concorrenti. Prenderei di nuovo questa decisione».

Post correlati

Spezia, nuovo Molo crociere su Calata Paita partita la 2° fase della gara

Partita la seconda fase della gara per il nuovo Molo crociere su Calata Paita. Privilegiate le proposte in grado di […]

Ok dell’ESA a Grimaldi per l’ormeggio assistito tramite satellite

NAPOLI– L’Agenzia spaziale europea (Esa)  ha assegnato  al Gruppo Grimaldi la sperimentazione di  un sistema di ormeggio assistito, tramite collegamento […]

MSC Crociere, in Qatar il battesimo di MSC World Europa, nuova ammiraglia a GNL

MSC World Europa sarà la prima nave alimentata a gas naturale liquefatto (GNL) della flotta di MSC Crociere e la […]


Leggi articolo precedente:
Moby Wonder
Msc, aumento di capitale nel gruppo Moby

GINEVRA- “La famiglia Aponte e la famiglia Onorato, sono felici di comunicare di aver raggiunto un’intesa finalizzata a un aumento...

Chiudi