MSC vicina al primato per maggiori navi di proprietà, si prepara a dominare il mercato container

MSC vicina ad nuovo primato mondiale per maggiori flotta di proprietà in termini di tonnellaggio. Dal divorzio da Maersk la strategia di acquisizione di ulteriori navi con cui dominare il mercato
Msc Tessa

LIVORNO – Si avvicina un nuovo traguardo per la compagnia italo-ginevrina Mediterranean Shipping Co (MSC) saldamente ancorata al vertice  globale delle shipping company. La compagnia è pronta per un nuovo primato mondiale nel settore container –  per maggiore flotta di proprietà in termini di tonnellaggio. Operando quindi un ulteriore sorpasso nei confronti della danese Maersk.

Dopo il primato raggiunto nel settore container, nel gennaio 2022, per capacità di stiva (teu) posizionandosi al primo posto della classifica Top 100 di Alphaliner spodestando Maersk che deteneva da lungo tempo il vertice.

Il sorpasso

Infatti quando dai cantieri cinesi arriveranno nella flotta MSC le prossime tre nuove megamax, la compagnia potrà superare e ridurre l’attuale divario di 66.000 slot che ha con Maersk in termini di tonnellaggio di proprietà, oltre ad allungare il proprio vantaggio complessivo sul vettore danese ad oltre 1 milione di teu.

Sempre in tema di primati, il mese scorso MSC è diventata anche la prima compagnia di linea al mondo a gestire una flotta superiore a 5 milioni di teu di capacità, per l’esattezza ad oggi 5.114,542 teu ( il 18,9% della quota di mercato globale) aumentando sempre più il divario con Maersk 4.142,658 (15,3%).

Nel gennaio 2022 secondo Alphaliner la flotta MSC era composta da 645 navi, di cui 260 di proprietá (per 1.510.435 teu di capacitá) e 385 unitá in charter (per 2.774.293 teu) il 64,7% della flotta totale.
Mentre per Maersk il dato numerico della flotta é di 738 navi, era superiore rispetto alla collega svizzera di ben 93 navi, di cui 330 di proprietá (per 2.480.020 teu) e 408 unitá in charter (per 1.802.820 teu) il 42,1% della flotta esistente.

LEGGI TUTTO
Ocean Alliance conferma Genova, Spezia e Trieste per la programmazione 2021

Negli anni la compagnia di Aponte ha velocemente aumentato le dimensioni della flotta, secondo Alphaliner è passata da 1 milione di teu del 2007 a 3 milioni di teu in dieci anni nel 2017, arrivando ai 4 milioni nel 2021. Inoltre ha raddoppiato le dimensioni della flotta dal 2015 ad oggi,

Il portafoglio ordini

L’attuale portafoglio ordini della compagnia elvetica è il maggiore al mondo, con oltre 1,5 milioni di teu – quasi equivalenti per dimensioni all’ammontare totale della flotta della giapponese Ocean Network Express (ONE) che con 1.599,427 teu è la settima compagnia globale. Portafoglio ordini con cui la flotta potrebbe superare i 6 milioni di slot entro la metà del prossimo anno.

La strategia del divorzio da Maersk

Secondo l’analista di settore Peter Sand, chief analys di Xeneta –  la piattaforma che monitora ogni mese l’andamento delle tariffe dei noli a lungo termine contrattate in tempo reale dai principali spedizionieri e da multinazionali – per Msc la decisione di “divorziare” da Maersk nella collaborazione dell’Alleanza 2M, con effetto dal gennaio 2025, è stata determinante nella strategia di acquisizione di ulteriori navi. “Con una tale scala, scegli le tue rotte commerciali con grande cura, e poi inizi a dominare il mercato”, ha spiegato l’analista dalle colonne del media di settore Splash 247com

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC