Ports > Sequestrati 300 kg di cocaina nel porto di Genova nascosti a bordo del cargo greco

Sequestrati 300 kg di cocaina nel porto di Genova nascosti a bordo del cargo greco

MAXI OPERAZIONE ANTI DROGA: La Polizia e la Guardia costiera sequestrano nel porto di Genova un carico di circa 300 kg di cocaina purissima per un valore di 15 milioni di euro.
 
GENOVA - La Polizia di Stato e la Capitaneria – Guardia Costiera di Genova, nel corso di una articolata operazione di polizia coordinata dalla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga e dal Servizio Centrale Operativo del ministero dell’Interno, sviluppatasi in un contesto di cooperazione internazionale tra polizie di Stati diversi, ha sequestrato nel porto di Genova un ingente carico di stupefacente a bordo di una nave.
 
L’intervento degli investigatori della Squadra Mobile di Genova, coadiuvato dal personale della Capitaneria di Porto, della Polizia di Frontiera Marittima di Genova e dall’Unità cinofile dell’Upgsp della Questura, ha messo a frutto gli spunti investigativi segnalati dall’esperto per la sicurezza del Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia, peraltro coincidenti con le risultanze di pregresse indagini svolte dalla Squadra Mobile nell’ambito di mirate attività antidroga. La Direzione Centrale per i Servizi Antidroga, tempestivamente attivatasi nell’azione di coordinamento, ha consentito agli agenti della Squadra Mobile di individuare al largo del capoluogo ligure, grazie alle informazioni condivise con la Guardia Costiera, la nave a bordo della quale era stivato l’ingente carico.
 
Infatti la nave “DIMITRIS C”, battente bandiera liberiana, già oggetto delle attenzioni investigative della Mobile ligure, all’esito di una ragionata attività di analisi, è risultata positiva al controllo effettuato, in quanto all’interno di un’intercapedine erano nascosti circa 20 sacchi contenenti cocaina. La stessa è stata monitorata con il Servizio VTS della guardia Costiera quando era a 10 miglia circa dal porto di Genova.
 
Le indagini avviate dalla Direzione Distrettuale Antimafia ligure, a seguito del rinvenimento, punta a risalire all’intera filiera che gestisce i traffici di droga che vedono il porto di Genova quale importante crocevia per l’introduzione dei carichi di stupefacente. Si stima che dal carico si sarebbero potuti ricavare oltre un milione di dosi da riversare sul mercato ligure e relative direttrici di spaccio.
Si tratta del più consistente sequestro di cocaina a Genova, il cui valore commerciale si aggira intorno ai quindici milioni di euro.

Post correlati

Accordo Assoporti-Enel: I porti si aprono alle colonnine per la ricarica di auto elettriche

Assoporti e Enel: la mobilità elettrica sbarca in banchina nelle aree gestite dalle Autorità di sistema portuale del Paese Roma, Favorire […]

I piloti dei porti di Livorno e Genova in ricordo dell’ammiraglio Pollastrini

ROMA – In occasione del 153° anniversario del Corpo delle Capitanerie di porto e Guardia Costiera, il Corpo Piloti dei porti […]

Genova, sciopero autotrasporto: Grave danno all’economia, il ministro non ha convocato le parti

ROMA – Era prevedibile con alcune settimane di anticipo il grave danno all’economia apportato dallo sciopero deciso da alcune sigle […]


Leggi articolo precedente:
Per la formazione delle professioni della nautica nasce Seatec Academy

CARRARA - Alla formazione dei professionisti della nautica sarà dedicata un'ampio spazio al 16° Seatec 2018, la fiera della tecnologia, della componentistica, del...

Chiudi