lorenziniterminal
grimaldi
Ports > L’efficienza dei servizi tecnico nautici, elemento di qualità del porto /Convegno Propeller Venezia

L'efficienza dei servizi tecnico nautici, elemento di qualità del porto /Convegno Propeller Venezia

A Venezia il convegno "Servizi tecnico-nautici: tariffe e qualità dei servizi come elemento di competitività" - organizzato dal Propeller Club Port of Venice presso - Venezia Terminal Passeggeri - oggi 9 ottobre ore 16,30.

VENEZIA - Efficienza nei servizi tecnico-nautici e un più forte approccio imprenditoriale: su questi due postulati il porto di Venezia lancia la sua sfida ben consapevole che un porto aperto agli imprenditori è oggi la più importante rotta per attirare nuovi investimenti infrastrutturali, nuove compagnie di navigazione e nuovi traffici.

Servizi tecnico-nautici: tariffe e qualità dei servizi come elemento di competitività” è il tema del convegno organizzato dall’International Propeller Club Port of Venice col patrocinio dell’Autorità di Sistema Portuale dell’Adriatico Settentrionale che si tiene oggi 9 ottobre, presso il Venezia Terminal Passeggeri con inizio alle ore 16.30.

PROGRAMMA
Saluto introduttivo - cav. Massimo Bernardo, presidente del “Port of Venice”

INTERVENTI
Anna Carnielli, avvocato marittimista, Studio legale Carnielli, Venezia: "Il quadro normativo di riferimento per il settore"
Pino Musolino, presidente Autorità di Sistema portuale di Venezia e Chioggia
Contrammiraglio Piero Pellizzari, comandante Direzione marittima del Veneto, della Capitaneria di porto di Venezia e della Guardia  costiera
Fiorenzo Milani
, vice presidente dell’associazione Piloti Marittimi Europei (EMPA
Vincenzo Marinese, presidente Confindustria Venezia-Rovigo e Delta lagunare
Alessandro Panaro, responsabile ufficio Maritime and Mediterranean Economy SRM
Alessandro Santi, vice presidente Federagenti e presidente Associazione Agenti Marittimi del Veneto
Andrea Scarpa, presidente Assosped Veneto

MODERA L'INCONTRO:
Lucia Nappi, direttore Corriere marittimo.

A seguire gli interventi dei responsabili dei vari settori dei servizi tecnico-nautici che operano nei porti di Venezia e Chioggia.

In questo particolare momento di turbolenza della portualità lagunare penalizzata dalla vexata question delle grandi navi – ha anticipato il presidente del Club Massimo Bernardo per lo sviluppo del porto e quindi della sua sopravvivenza c’è la necessità di chiarimenti e di mettere mano anche su altri importanti temi com’è, per esempio, quello dei servizi tecnico-nautici come fattore di competitività per il porto. Tanti sono gli aspetti dio questo tema: da quello tariffario alla qualità del servizio, alla flessibilità operativa, agli investimenti ecc.ecc.”

Immediatamente prima l’assemblea elettiva del Port of Venice provvederà al rinnovo del Consiglio direttivo.

Post correlati

Merlo (Federlogistica): Nel mirino dello spionaggio cinese, porti e traffici italiani

ROMA – Impadronirsi della gestione delle infrastrutture e della logistica mondiale, è questo il disegno della strategia geopolitica ed economica […]

Assiterminal lancia il nuovo video -«Un grande grazie a chi permette l’operatività dei porti»

ROMA – «Un grande grazie a chi permette l’operatività dei porti», lo si legge nell’immagine conclusiva del nuovo video lanciato […]

Uno sguardo sul futuro, i progetti infrastrutturali di Livorno, Piombino e Isole – VIDEO

VAI AL VIDEO – Uno sguardo ravvicinato sul futuro è il video che l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno […]


Leggi articolo precedente:
Genova: Toninelli incontra la commissaria UE Bulc – Il corteo “Liberate la Valpolcevera” in piazza

GENOVA  - Stamani a Genova incontro bilaterale con la commissaria europea per i Trasporti nella Commissione Juncker, Violeta Bulc, a riceverla il...

Chiudi