Logistic & Transport > UIRNet- Di Dominicis: “Non c’é riforma portuale senza digitalizzazione”

UIRNet- Di Dominicis: "Non c'é riforma portuale senza digitalizzazione"

GENOVA- "Uno dei pilastri della riforma dei porti é la digitalizzazione.
Secondo Rodolfo De Dominici, presidente UIRNet il fatto che nel nostro paese soffra di ritardi nei tempi di realizzazione delle infrastrutture fisiche " non é determinato da un capriccio. Ma spesso é anche a causa  dell'orografia del suolo e della difficolta di costruire le infrastrutture stesse, fattori che impediscono di utilizzare in tempo breve le infrastrutture per lo sviluppo." 
UIRNet la S.p.a. del ministero delle Infrastrutture e trasporti che segue l'attuazione del  sistema telematico di riferimento per la gestione della rete logistica nazionale (Piattaforma Logistica Nazionale). 
 
"Nella riforma dei porti é individuata questa leva fondamentale che é la digitalizzazione che in tempi brevi permette di ottenere risultati."
Ha spiegato il presidente di UIRNet a Genova intervenuto al Forum annuale dello Shipping organizzato da The Meditelegraph e intervistato da Corriere marittimo a margine dell'iniziativa. "Quindi otteniamo efficienza, incremento dei traffici a parità di infrastrutture questo é l'elemento fondamentale della riforma dei porti e dell'utilizzazione all'interno della riforma dei porti della piattaforma logistica nazionale digitale."
 

Post correlati

Rixi, VTE Genova: Secondo binario ferroviario, “un candelotto a miccia corta all’ultimo che arriva”

Il grido d’allarme di Gilberto Danesi, a.d. Terminal VTE Genova: “Come terminalista straniero siamo perplessi, temiamo che l’investimento pubblico non […]

Genova, revocato il fermo dell’autotrasporto, raggiunto l’accordo tra le parti

Genova – Raggiunto l’accordo ieri pomeriggio in Authority a Genova tra autotrasporto, terminalisti, spedizionieri, agenti marittimi e naturalmente l’ente portuale […]

MIT: Sbloccati oltre 250 milioni per finanziare 30 opere idriche

I ministri Toninelli e Centinaio firmano il decreto sul “Piano Invasi” che sbloccherà al più presto 250 milioni per il […]


Leggi articolo precedente:
Le rotte digitali del trasporto – Smart port e riforma doganale

"E' un cambiamento epocale anche dal punto di vista del nuovo codice doganale. Non c'è più il controllo sulla singola...

Chiudi