Terminal merci Alessandria Smistamento, Piacenza: «Puntare ad una logistica retroportuale»

Sviluppo del nuovo scalo merci di Alessandria - Presentato da RFI alla presenza del ministro Salvini, il Progetto di Fattibilità Tecnico Economica
Paolo Piacenza

ALESSANDRIA – Presentato ad Alessandria il Progetto di Fattibilità Tecnico Economica, a cura di Rete Ferroviaria Italiana, per lo sviluppo del nuovo Terminal intermodale e merci nell’area dello scalo di Alessandria Smistamento.

RFI, società capofila del Polo Infrastrutture del Gruppo FS, ha presentato il Progetto alla presenza del ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Matteo Salvini e contestualmente ha lanciato il bando di gara per la redazione del relativo master plan.

Paolo Piacenza, commissario straordinario AdSP Mar Ligure Occidentale, è intervenuto per sottolineare l’importanza strategica del progetto che va a «potenziare una logistica retroportuale, integrata e polifunzionale, dei porti di Genova e Savona-Vado»:
«Un segnale importante» – ha dichiarato Piacenza dal proprio profilo LinkedIn – «che va nella stessa direzione dei progetti di sviluppo delle aree retroportuali di Genova e Savona-Vado, primo sistema portuale del Paese per traffici commerciali a servizio delle imprese del Nord Ovest italiano e dell’Europa centro meridionale.

Abbiamo in corso confronti con gli enti territoriali e con privati per la valorizzazione e l’ambientalizzazione delle zone logistico industriali della Val Bormida nell’entroterra di Savona, abbiamo già collegamenti ferroviari diretti con tutte le principali destinazioni del nord Italia, con la Svizzera e la Germania».

Il commissario straordinario Piacenza ha pertanto concluso: «Con quasi 64 milioni di tonnellate di merci movimentate nell’ultimo anno e con le prospettive di crescita date dagli interventi infrastrutturali in corso – come la nuova diga foranea di Genova e quella di Vado, il potenziamento del trasporto ferroviario con collegamenti diretti al Terzo Valico, alle linee verso Torino e Milano – puntare sul potenziamento di una logistica retroportuale integrata e polifunzionale è indispensabile per dare polmoni allo sviluppo dei traffici dei porti di Genova e Savona-Vado, con ricadute positive sul territorio in termini occupazionali e di attenzione alla sostenibilità».

LEGGI TUTTO
La Guardia Costiera di Genova ferma lo yacht "Friendship" per violazioni della sicurezza

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC