lorenziniterminal
grimaldi
Shipping > Volumi in crescita nei terminal di Cosco Shipping Ports

Volumi in crescita nei terminal di Cosco Shipping Ports

Dati I° semestre 2017 - Il profitto è principalmente attribuibile al Terminal Container Piraeus in Grecia e al Guangzhou South China Oceangate Terminal.
 
PECHINO - Nei sei mesi conclusisi il 30 giugno 2017, Cosco Shipping Ports, la divisione terminalista del gruppo armatoriale cinese, è cresciuta dell'11,8% con 41,78 milioni di TEU movimentati rispetto ai 37,35 milioni di TEU della prima metà del 2016.
Si è registrato inoltre anche un leggero aumento del traffico delle rinfuse solide che è stato di 41,59 milioni di tonnellate +0,4%, rispetto ai 41,42 milioni di tonnellate del I° semestre 2016. L'utile operativo del gruppo per il periodo è salito a 385,5 milioni di dollari rispetto ai 69,8 milioni di dollari registrati l'anno prima. Sebbene nello stesso periodo, l'utile lordo dell'azienda è diminuito dell'8,2% a 98,5 milioni di dollari da 107,3 milioni di dollari registrati nella corrispondente metà del 2016.
 
L'incremento è attribuibile principalmente all'accordo siglato a febbraio 2017 per la cessione della propria partecipazione nella Qingdao Qianwan Container Terminal per un totale di 284,7 milioni di dollari (pari al 20% del capitale sociale).
Il profitto delle società terminaliste in cui il gruppo ha le partecipazioni di maggioranza è stato principalmente attribuibile al Terminal Container Piraeus in Grecia e al Guangzhou South China Oceangate Terminal.
 
Il Pireo Terminal registra un utile di 10,84 milioni di dollari nella prima metà del 2017, sebbene sia in calo del 39,4% rispetto a quello dell'anno precedente (17,9 milioni di dollari registrati nel corrispondente periodo dello scorso esercizio.) La diminuzione dell'utile è dovuta principalmente al completamento della costruzione della parte orientale Del Pier 3 del Pireo Terminale alla fine di settembre 2016, nonché l'inizio del funzionamento della fase I della parte occidentale del molo 3 del Pireo Terminal nell'agosto dello scorso anno.
Il Guangzhou South China Oceangate Terminal è cresciuto del 6,7% rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno. Tuttavia, a causa dei maggiori costi di dragaggio e dell'impatto della variazione del tasso di cambio durante il periodo, Guangzhou Southern China Oceangate Terminal ha registrato un utile di 7,72 milioni di dollari nel primo semestre, da 8 milioni di dollari registrati nei primi sei mesi del 2016 .

Post correlati

Federagenti completa la dirigenza con le nomine dei vicepresidenti

Completato l’assetto dirigenziale di Federagenti, Federazione Nazionale degli Agenti Raccomandatari Marittimi, con la nomina da parte del Consiglio Direttivo dei […]

Laura Miele nominata vicepresidente di Federagenti

Nominati i vicepresidenti di Federagenti, Federazione Nazionale degli Agenti Raccomandatari Marittimi. Nella seduta di ieri il Consiglio Direttivo della Federazione, […]

MSC Elsa 3, uno sparo di avvertimento scongiura l’attacco dei pirati nel Golfo di Guinea

La nave portacontainer MSC Elsa 3  sfiora un attocco dei pirati nel Golfo di Guinea, l’ennesima aggressione negli ultimi mesi […]


Leggi articolo precedente:
Il porto di Valencia investe sulla ferrovia

VALENCIA - In totale saranno 100 milioni di euro che andranno a finanziare opere per il miglioramento degli accessi ferroviari allo...

Chiudi