lorenziniterminal
grimaldi
Shipping > Rischio pirateria, Confitarma: “Si, all’impiego di guardie giurate a bordo di navi italiane”

Rischio pirateria, Confitarma: "Si, all’impiego di guardie giurate a bordo di navi italiane"

Mattioli: "Indispensabile garantire la protezione degli equipaggi e delle navi italiane operanti nelle aree a rischio pirateria ".

ROMA- Prorogata al 31 marzo 2022 il regime di deroga che autorizza l’impiego a bordo delle navi italiane di guardie giurate per servizi antipirateria.  Forte l"impegno di  Di Confitarma sul tema, grazie al quale la norma  è stata  inserita dal Governo all’art.10 del Decreto-Legge 23 luglio 2021, n.105 “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche”.

Proroga resa necessaria per permettere l’impiego delle guardie particolari giurate non ancora in possesso dell’abilitazione ottenuta a seguito del superamento delle prove d’esame previste dal DM n.139/2019, la cui organizzazione è stata di fatto resa impossibile dal perdurare della pandemia.

Ciò, a condizione che tali guardie giurate abbiano partecipato per un periodo di almeno sei mesi, quali appartenenti alle Forze armate, alle missioni internazionali in incarichi operativi con relativo attestato rilasciato dal Ministero della difesa.I

Il presidente di Confitarma –Mario Mattioli sottolineando l'importanza della protezione degli equipaggi e delle navi italiane operanti nelle aree a rischio pirateria ha detto:

“A nome degli armatori italiani, ringrazio il Governo che, a seguito dell’intensa attività di sensibilizzazione svolta da Confitarma presso i vertici delle Amministrazioni competenti, ha disposto ancora una volta questa importante proroga – ha proseguito  Mattioli,  – indispensabile per garantire la protezione degli equipaggi e delle navi italiane operanti nelle aree a rischio pirateria e che, purtroppo, dal 30 giugno scorso non potevano usufruire dei servizi di protezione attiva a bordo a causa della grave situazione di vuoto normativo che, finalmente, è stata sanata. Conto che prima della scadenza di marzo possa finalmente essere trovata una soluzione strutturale per garantire la protezione dei nostri equipaggi”.

Post correlati

Concluso con successo a Palermo il Forum MID.MED Shipping & Energy

PALERMO – Conclusa con successo la seconda edizione di MID.MED Shipping & Energy Forum con la cerimonia dello scambio di […]

Kalypso Line, nuovo collegamento Intramed Short Sea Lines, tra Turchia, Libia e Italia

Crescono i servizi di linea della nuova compagnia armatoriale Kalypso, gruppo Rif Line, che ha annunciato stamani l’inaugurazione di  Butterfly, […]

Nuove acquisizioni per Rimorchiatori Mediterranei che sbarca a Singapore e in Malesia

ùRimorchiatori Mediterranei acquisisce il 100% di Keppel Smit Towage Private Limited e Maju Maritime Pte Ltd ed entra nel servizio […]


Leggi articolo precedente:
Autostrade rimborsi, Paita:”Inutile l’App di Aspi”

 ROMA, "I rimborsi agli utenti sono un atto dovuto. Stupisce piuttosto che Aspi abbia ritenuto di creare una nuova app...

Chiudi