Maersk chiude il 2020 con un bilancio solido, risultati record nell’ultimo trimestre

Maersk portacontainer

AP Moller – Maersk  “Finanziariamente, abbiamo chiuso il 2020 con un bilancio molto solido e un debito ridotto, che ci consentiranno di continuare a investire nella nostra trasformazione e di crescere in modo redditizio” – Lo ha annunciato il Ceo del gruppo AP Moller – Maersk, Søren Skou: “Siamo ben attrezzati per affrontare la volatilità del mercato in corso e anche per trarne vantaggio da un mondo che si spera inizierà a riaprirsi “.
Nonostante i bassi volumi registrati durante buona parte dell’ultimo anno, Maersk ha annunciato che la sua redditività è cresciuta durante i primi nove mesi e ha chiuso nel quarto trimestre del 2020 con risultati record nei settori: Logistics & Service e Terminal & Towege, con una redditività di oltre 3 miliardi di dollari.

Le attività di trasporto marittimo containerizzato del gruppo hanno mostrato una notevole resilienza degli utili durante un periodo di calo dei volumi dei container e della domanda durante il periodo Covid-19,  container sono riuscite a gestire la situazione, diminuendo i costi operativi e aumentando i profitti.

 Søren Skou, CEO di AP Moller – Maersk ha affermato”Il 2020, sarà ricordato per sempre come l’anno della pandemia Covid-19 con l’impatto negativo che ha avuto sulle nostre vite, sul lavoro, sulle imprese e sull’economia globale”, Skou nell’annuncio dei risultati annuali ha evidenziato l’accelerazione della trasformazione dell’azienda, nonché l’aumento degli utili.

Il gruppo A.P. MøllerMaersk ha riportato un EBITDA pari a  a 8,2 miliardi di dollari con un incremenro del 44%  i ricavi sono stati di  39,7 miliardi di dollari nel 2020 rispetto ai dati del 2019. L’utile operativo si è attestato a 4,19 miliardi (+142,7%) e l’utile netto a 2,90 miliardi di dollari rispetto ad una perdita netta di -44 milioni di dollari nel 2019.

LEGGI TUTTO
Maersk acquisisce Pilot Freight Service e guarda alla logistica delle merci voluminose

Mentre l’aumento della domanda nella seconda metà dell’anno ha creato colli di bottiglia della catena di approvvigionamento, comprese carenze di navi e container, e ha portato a tassi più elevati che hanno contribuito per circa 1,5 miliardi di dollari nei risultati, la divisione Ocean – che raggruppa le attività di trasporto marittimo containerizzato del gruppo- ha ulteriormente migliorato le sue prestazioni  concentrandosi su: costi, gestione della capacità e lancio di nuove offerte digitali.

Inoltre, il settore Logistics & Service  è cresciuto a quota circa 7 miliardi di dollari, rispetto ai 6,3 miliardi di dollari del 2019, e l’EBITDA è migliorato del 110% attestandosi a 454 milioni di dollari, supportato dall‘acquisizione di Performance Team e dal miglioramento delle prestazioni nel trasporto intermodale, trasporto aereo di merci, magazzinaggio e distribuzione.

Maersk

Maersk EBITDA

Riguardo al 2021 A.P. Moller – Maersk  prevede un altro anno di utili in crescita e e di continua trasformazione, nonostante la prevista persistenza dell’incertezza del mercato. “Ci aspettiamo che l’attuale situazione di eccezionalità continui anche nel primo trimestre del 2021 in ulteriore crescita rispetto al quarto trimestre 2020, seguito da una successiva normalizzazione, e annunciamo per l’intero anno 2021 un EBITDA che si attesta tra 8,5 e 10,5 miliardi di dollari”.
Per quanto riguarda il settore Ocean continua la previsione di crescita, del 3-5%, in linea con la domanda globale di container, la crescita più alta registrata nel primo semestre.

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC