Lo shipping alle prese con la pandemia – Hapag Lloyd, blank sailing su Transpacifico

Hapag Lloyd

Tra le difficoltà maggiori per i player globali la continua riprogrammazione e la gestione delle flotte  per adattare le rotazioni dei servizi alla reale domanda di trasporto, che si modificano a seconda delle decisioni adottate dai governi per frenare l’avanzata del virus.

Lucia Nappi

Continua anche per aprile l’annuncio dei blank sailing da parte delle compagnie armatoriali globali e delle alleanze, nei porti e nelle aree maggiormente colpite dalle pandemia del Covid-19, contrazione delle effettive partenze attraverso il quale le compagnie cercano di mitigare le perdite.
Nell’emergenza della pandemia globale le compagnie cercano di adattare le necessità di trasporto all’effettiva domanda, comunicando la volontà di dare continuità ai servizi in modo sostenibile, razionalizzano le partenze e l’utilizzo delle navi. Per tutti gli operatori e, maggiormente nei paesi dove c’è un forte lockdown, si riscontra, pertanto, il calo dei traffici, saltano le partenze dal Far East per Italia, Spagna, ma saltano le partenze anche per il Nord Europa: Rotterdam, Germania ed Inghilterra.

Continua riprogrammazione
La difficoltà maggiore, denunciata dalla moggiorparte delle compagnie, nasce dalle restrizioni che i governi annunciano, di settimana in settimana, e che rendono complesse le reali programmazioni e la gestione delle flotte. Lo shipping globale in questo momento vive, pertanto, una situazione di grande incertezza, data dall’avanzare del Coronavirus, che a gennaio-febbraio aveva messo sotto scacco l’Asia, mentre adesso a risentirne maggiormente sono l’Europa e gli Stati Uniti, con ripercussioni sia nell’import che nell’export, situazione che dovrebbe protrarsi anche per i prossimi mesi. I maggiori player pertanto sono sottoposti alla necessità di dover continuamente riprogrammare per adattare le rotazioni dei servizi alla reale domanda di trasporto, data dal variare delle decisioni adottate dai governi per frenare l’avanzata del virus.

LEGGI TUTTO
Hapag-Lloyd, sperimenta biocarburanti navali a ridotto impatto ambientale

Asia – Mediterraneo e Asia -Nord Europa
Sul fronte delle alleanze, THE Alliance, cooperazione tra Hapag-Lloyd, Hyundai Merchant Marine (HMM), Ocean Network Express (ONE) e Yang Ming, ad inizio aprile informava che ad essere interessati dai blank sailing sarebbero state le linee: Asia – Mediterraneo  (MD1, MD2, MD3) e Asia -Nord Europa (FE2, FE3,FE4,FE5). Ad essere coinvolto pertanto l’import dall’Asia al Mediterraneo e dall’Asia al Nord Europa, e in Italia i porti liguri di Genova (PSA) e La Spezia (LSCT) unici scali diretti nazionali nel network.

Cosa lamentano le compagnie
Le sedi italiane delle compagnie globali lamentano inoltre difficoltà, a causa del prolungarsi della restrizioni fino a dopo Pasqua. Le industrie in vista di una riapertura, inizialmente fissata dopo il 3 aprile, avevano infatti «già piazzato alcuni ordini sulle navi» – spiegano alcune compagnie – «tuttavia con le nuove restrizioni, annunciate la scorsa settimana le aziende, dovendo rimanere chiuse, hanno cancellato le prenotazioni, all’ultimo minuto, aspettando quindi la riapertura per iniziare a spedire». Così «la nave parte, non vuota» – è quanto denunciano dai player – «ma non con il volume preventivato e la compagnia soffre di diseconomie di scala. Perchè la nave non parte a pieno carico e con cancellazioni di booking all’ultimo secondo».

HAPAG LLOYD  blank sailings su Transpacifico
Riguardo agli Stati Uniti sebbene, inizialmente, i traffici programmati fossero abbastanza regolari, con il lockdown gli Stati Uniti registrano un calo dei traffici in termini di volume. Segnalazione di modifica dei servizi e diversi blank sailing sui servizi Transpacifico, Asia-USA, sono stati annunciati il 3 aprile scorso da Hapag Lloyd «in considerazione dell’attuale situazione COVID-19 e della conseguente diminuzione della domanda di mercato»- la compagnia tedesca fa sapere di avere sospeso i seguenti servizi:

LEGGI TUTTO
THE Alliance annuncia i blank sailing di agosto - Tra Genova e Spezia saltano 4 navi

East Coast Services (EC3) ( Ningbo, Cina – Savannah US ) dalla settimana 14 alla settimana 26 (da 1 aprile al 30 giugno) collegamento che riprenderà  dal 1 luglio. Tuttavia al fine di mantenere una copertura portuale sufficiente e per il carico già previsto il servizio EC3 sarà coperto dal servizio EC1 che viene tuttavia modificato nel seguente modo: West Coast Services (PNW)– Xiamen – Kaohsiung – Hong Kong – Yantian – Shanghai (YAN) – Pusan ​​- Tokyo – Manzanillo – Savannah – Jacksonville – Charleston – Norfolk – Manzanillo – Balboa – Tokyo – Kobe – Xiamen.
Asia – Nord Pacifico,  (PNW West Cost Service) (Shanghai, Cina – Prince Rupert, US California)
Hapag Lloyd annuncia blank sailing per Pacific Northwest PN3 e PN4  – ogni seconda settimana, le settimane intermedie verranno eseguite come previsto. La compagnia indicando le opzioni al servizio che possono essere offerte come alternativa all’esportazione dall’Asia.
Asia – West Coast, (PSW West Coast Services) (Shanghai, Cina – Los Angeles, US California) Il servizio PS5 sarà sospeso dalla settimana 15 alla settimana 26, che riprenderà a partire dal 1 luglio. La compagnia indica le opzioni al servizio che possono essere offerte come alternativa all’esportazione dall’Asia

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC