Shipping > L’Escola Europea de Short Sea Shipping a Civitavecchia

L'Escola Europea de Short Sea Shipping a Civitavecchia

CIVITAVECCHIA - L'“Escola Europea de Short Sea Shipping” è stata ospitata a Civitavecchia dall'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, per l'occasione sono stati presentati i progetti formativi – uno dei quali riguarda proprio Civitavecchia - e si è parlato delle iniziative e dei corsi che la Escola realizzerà per il prossimo anno.
 
L'Escola Europea de Short Sea Shipping - i cui soci fondatori sono i porti di Civitavecchia, Barcellona e Genova e gli armatori Grimaldi e Grandi Navi Veloci - è un centro specializzato di trasferimento di conoscenze e formazione che, negli ultimi dieci anni, ha acquisito un'esperienza eccezionale nella formazione del personale e nelle attività di sviluppo delle capacità legate a trasporti efficienti e sostenibili soluzioni, in particolare il trasporto marittimo a corto raggio, le autostrade del mare e il trasporto ferroviario-stradale. Allo stesso modo, i partner del progetto sono tutti leader nella fornitura di servizi marittimi nel Mediterraneo.  

La Escola ha iniziato le attività nel 2006 come centro di formazione per professionisti europei e studenti di logistica, gestione dei trasporti e commercio internazionale. Nel corso degli anni, ha acquisito esperienza e know-how nelle aree di gestione di progetti nazionali e internazionali, comunicazione, creazione di contenuti, e promozione e sviluppo di cluster logistici in collaborazione con prestigiose istituzioni europee.
 
All'incontro hanno partecipato: il presidente dell’AdSP del Mar Tirreno Centro Settentrionale Francesco Maria di Majo, Sixte Cambra, presidente del porto di Barcellona, Paolo Emilio Signorini, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, Guido Grimaldi, direttore commerciale di Grimaldi Group e Antonio Pedevilla, direttore operativo di Grandi Navi Veloci.
 
Durante la riunione tecnica si è parlato del progetto TransLogMED, appena approvato dall’Unione per il Mediterraneo e dalla Commissione Europa. Il progetto mira a promuovere l’integrazione regionale nel Mediterraneo e l’occupazione nel settore dei trasporti e della logistica, nonché migliorare le prestazioni professionali.  TransLogMED prevede di organizzare oltre 30 seminari e corsi per circa mille professionisti del settore dei trasporti e della logistica provenienti da Egitto, Algeria, Marocco, Tunisia, Giordania, Italia e Spagna.

 “Dopo il Convegno Internazionale ‘‘Shaping the port of the future: the societal, economic and management challenges’’, che si è svolto il 10 aprile u.s. alla presenza, tra gli altri, di Brian Simpson, coordinatore del programma Autostrade del Mare dell’Unione Europea e dei presidenti Musolino e Giampierispiega Francesco Maria di Majo, -  la giornata di oggi chiude un ciclo di eventi che hanno visto l’AdSP al centro dell’attenzione dello shipping”.
Ancora una volta si è messa in evidenza  la volontà dell’ente di puntare sulle Autostrade del Mare con il progetto BCLink. Sono contento che, dopo 11 anni, – continua di Majo -  Civitavecchia abbia potuto nuovamente ospitare il Comitato Direttivo della Escola Europea de Short Sea Shipping”.
In special modo – conclude il numero uno di Molo Vespucci – sono orgoglioso di annunciare che, proprio in tale circostanza, la Escola ha deliberato l’apertura della propria sede italiana a Civitavecchia scegliendo come base operativa l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale”.

Post correlati

Al nastro di partenza Naples Shipping Week, 24-29 settembre

NAPOLI – E’ pronta al via la manifestazione Naples Shipping Week – III edizione- che si svolge a Napoli dal 24 al 29 settembre, con […]

Confitarma: “Emergenza Genova e riflessi su logistica e compagnie armatoriali”

ROMA – Si è riunito il Consiglio di Confitarma, tra i primi punti presi in esame dall’assemblea degli armatori italiani: […]

Confitarma, Genova: Armatori disponibili con linee marittime per ridurre la congestione stradale

GENOVA – Il crollo del ponte sul Polcevera e il riflesso dei danni economici sulla città di Genova, con essa il […]


Leggi articolo precedente:
Trasporti marittimi a emissioni zero: un obiettivo possibile/ Vertice IMO

  Trasporto marittimo ad “emissioni zero” e decarbonizzato è questo l'obiettivo che il settore potrà raggiungere entro il 2035. Come? Lo...

Chiudi