Gli Houthi rivendicano l’attacco alla nave MSC United VIII

Israele conferma di avere sventato un attacco aereo degli Houthi

L’attacco alla nave MSC United VIII, avvenuto il 26 dicembre nel Mar Rosso, è stato rivendicato dai ribelli Houthi, milizia filo-iraniana che controlla il nord-ovest dello Yemen. Lo ha riferito  l’emittente Al Jazeera citando una fonte yemenita.

Le milizie Houthi stanno  minacciando ed attaccando le navi commerciali, portacontainer e petroliere, nello stretto di Bab al-Mandab, all’estremità meridionale del Mar Rosso per imperdire che queste raggiungano Israele.

“La portacontainer Msc United è stata bersagliata con missili navali dopo aver ignorato tre segnali di avvertimento” – ha reso noto il comunicato, specificando che sono, inoltre stati attaccati con droni anche la città israeliana meridionale di Eilat, altre aree della Palestina occupata  e contro obiettivi militari nel sud di Israele.

Israele conferma di avere sventato un attacco aereo degli Houthi

Iraele ha fatto sapere che la controffensiva aerea ha fermato un attacco via aerea da parte degli Houthi . “Un nostro aereo da combattimento ha intercettato oggi con successo un obiettivo aereo ostile sul Mar Rosso mentre era diretto verso Israele, prima che entrasse nel nostro territorio”. Lo ha riferito il portavoce militare israeliano, Daniel Hagari, specificando: “Gli attacchi degli Houthi contro Israele sono azioni terroristiche – ha detto Hagari – Avvengono sotto la direzione dell’Iran, mediante intelligence e mezzi di combattimento iraniani. Quelle azioni sono dirette non solo contro Israele. Sono un problema per il mondo”.

LEGGI TUTTO
Zim chiude il terzo trimestre dell'anno con -14%

TDT

Let Expo 2024

Assoporti 50anni

Confindustria Livorno

 

Confitarma auguri

MSC Spadoni

AdSP Livorno

Toremar

Laghezza

MSC