Sale la tensione nel Mar Rosso, le compagnie dirottano le navi da Suez

Eventi stravolgenti e senza precedenti, ma forse non così inaspettati, si abbattono nuovamente sulla catena logistica globale, sulla sicurezza della navigazione e dei marittimi, con riflessi diretti e indiretti sui mercati finali delle merci.
CMA CGM

Sale la tensione nel Mar Rosso dove i bombardamenti alle navi commerciali da parte dei  ribelli Houthi, milizia filo-iraniana del nord-ovest dello Yemen, preoccupano fortemente le compagnie che decidono di spostare i traffici dal Mar Rosso, facendo transitare le navi dirette nel Mediterraneo attraverso il Capo di Buona Speranza, e in altri casi anche facendole fermare per metterle in sicurezza. A prendere questa decisione per prima è stata la compagnia danese Maersk, seguita dalla tedesca Hapag-Lloyd, quindi  l’elvetica Msc e infine la francese Cma Cgm.

Situazione che impatta sul oltre il 10% del commercio mondiale e coinvolge direttamente la supply chain del Mediterraneo. Eventi stravolgenti e senza precedenti, ma forse non così inaspettati, si abbattono nuovamente sulla catena logistica globale, sulla sicurezza della navigazione e sulla sicurezza dei marittimi, con riflessi diretti e indiretti sui mercati finali delle merci.

La decisione di fermare le navi e spostare i traffici dal Mar Rosso è stata annunciata il 18 dicembre dal gruppo CMA CGM che, in una nota, ha comunicato la propria profonda preoccupazione: «Negli ultimi giorni» – scrive il Gruppo francese –  «abbiamo adottato misure preventive per garantire la sicurezza dei nostri equipaggi e delle nostre navi che navigano in queste acque. Di conseguenza, CMA CGM ha deciso, in conformità con la clausola 10 della sua polizza di carico, di reindirizzare alcune delle proprie navi attualmente in navigazione da e per gli Stati Uniti, da e per il Nord Europa e da e per l’Asia o il subcontinente indiano attraverso il Capo di Buona Speranza, estremità meridionale dell’Africa. Tutte le altre navi portacontainer CMA CGM nell’area che dovrebbero attraversare il Mar Rosso hanno già ricevuto istruzioni di raggiungere aree sicure e sospendere il viaggio fino a nuovo avviso» – Concludendo – «CMA CGM sta adottando tutte le misure necessarie per preservare i propri servizi di trasporto per i propri clienti».

LEGGI TUTTO
SRM - Porto 6.0. sostenibilità, innovazione e alta formazione

TDT

Let Expo 2024

Assoporti 50anni

Confindustria Livorno

 

Confitarma auguri

MSC Spadoni

AdSP Livorno

Toremar

 

Blue Forum

MSC