Dl Trasporti, Gariglio (PD): Rischiamo di consegnare la logistica nazionale ai big dello shipping

Gioia Tauro

Le bozze del Decreto Legge “Disposizioni urgenti per la sicurezza e lo sviluppo delle infrastrutture dei trasporti e della mobilità sostenibile“, che attende l’approvazione del governo nei prossimi giorni, trova il dissenso di sindacati e parte della politica a difesa della filiera logistica.

Davide Gariglio, capogruppo PD  Commissione Trasporti alla Camera in una nota fa sapere: «La norma che consentirebbe alle imprese marittime anche straniere una tassazione agevolata non solo per le attività portuali, ma anche per l’intera filiera logistica a terra è estremamente pericolosa. Altererebbe la concorrenza e rischierebbe di portare l’intera catena logistica nazionale in mano agli armatori».

Il rischio è quella di una «inaccettabile disparità di trattamento» sottolinea Gariglio che vedrebbe in difficoltà la la logistica di terra, imprese terminalistiche portuali, ferroviarie e dell’autotrasporto su gomma, poichè: «la stessa attività verrebbe tassata diversamente se svolta da un armatore a seguito di un trasporto navale – per cui pagherebbe le imposte solo sul 20% della base imponibile – oppure se se l’attività fosse svolta da un operatore indipendentemente dall’attività marittima (e allora pagherebbe le tasse come qualsiasi altra impresa italiana, ossia sul 100% della base imponibile). È bene ridurre l’imposizione fiscale, ma deve essere fatto senza discriminazioni».

«Ci vuole poco a capire  che in questo modo rischiamo di consegnare l’intera catena logistica nazionale in mano agli armatori, peraltro a prescindere dal fatto che battano o meno bandiera italiana. Invece che contribuire alla concorrenza, rischiamo di andare dritti dritti verso un forte rafforzamento degli oligopoli».

«Credo che su questo Parlamento e Governo debbano fare una seria riflessione: il regime fiscale di favore deve essere limitato alle attività strettamente ancillari al trasporto marittimo».

LEGGI TUTTO
Kalypso Line, nuovo collegamento Intramed Short Sea Lines, tra Turchia, Libia e Italia

TDT

Let Expo 2024

Assoporti 50anni

Confindustria Livorno

 

Confitarma auguri

MSC Spadoni

AdSP Livorno

Toremar

Laghezza

MSC