Cresce la black list delle sanzioni di Washington contro l’Iran

Singapore

Il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, tramite l’Ufficio Foreign Assets Control (OFAC) ha inserito nella lista nera delle sanzioni contro l’Iran un cittadino indiano: Murtuza Basrai amministratore delegato di Strait Shipbrokers, società di intermediazione navale di Singapore. Cresce pertanto la folta schiera di cittadini iraniani e cinesi inseriti nella lista delle sanzioni iraniane annunciate da Washington DC.
Lunedì scorso il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti aveva anche imposto sanzioni contro il settore petrolifero iraniano, inclusi il ministero del petrolio, il ministro del petrolio e la National Iranian Tanker Company (NITC)

“Il regime iraniano beneficia di una rete globale di soggetti che facilitano il settore petrolchimico iraniano”, ha detto il segretario del Tesoro Steven Mnuchin, aggiungendo: “Gli Stati Uniti rimangono impegnati a prendere di mira qualsiasi fonte di reddito che il regime iraniano utilizza per finanziare gruppi terroristici e opprimere persone.”

Strait Shipbrokers è una società nata nel 2005, operativa nel settore del noleggio di navi cisterna. Basrai, che ha lavorato presso l’Executive Ship Management e ha prestato servizio in mare prima di entrare nel brokeraggio, è l’amministratore delegato della società.

LEGGI TUTTO
Rossi, Assarmatori: "Semplificazioni, qualcosa si muove"

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC