lorenziniterminal
grimaldi
Shipping > Consegnata al Gruppo Grimaldi la nave Grande Torino

Consegnata al Gruppo Grimaldi la nave Grande Torino

La nave GRANDE TORINO presa in consegna presso il cantiere cinese Yangfan di Zhoushan - La nave PCTC verrà impiegata sulla tratta Mediterraneo-Nord America.

Napoli,  – Presso il cantiere navale cinese Yangfan di Zhoushan è stata consegnata al Gruppo Grimaldi la nave  Grande Torino. Si tratta della prima unità di una commessa di sette navi gemelle effettuata dal gruppo partenopeo presso il cantiere Yangfan.

Con l’introduzione della Grande Torino, la nostra più grande nave car carrier, la flotta del Gruppo diventa ancora più giovane, innovativa ed efficiente”, ha dichiarato l’amministratore delegato del Gruppo Emanuele Grimaldi. “Abbiamo ancora una volta risposto alle richieste del mercato con innovazione tecnologica, qualità e sostenibilità, e continueremo a farlo”.

La nave  verrà impiegata sul collegamento ro/ro settimanale operato dal Gruppo Grimaldi tra il Mediterraneo ed il Nord America (Canada, Stati Uniti e Messico), insieme alle già operative Grande Halifax, Grande Baltimora e Grande New York. I porti serviti saranno: Gioia Tauro, Civitavecchia, Livorno, Savona (Italia), Valencia (Spagna), Anversa (Belgio), Halifax (Canada), Davisville, New York, Baltimora, Jacksonville, Houston (USA), Tuxpan e Veracruz (Messico).

La nave è una pure Car & Truck Carrier, ha una lunghezza di 199,90 metri, una larghezza di 36,45 metri, una stazza lorda di 65.255 tonnellate e una velocità di crociera di 19 nodi. Grande Torino batte bandiera italiana, è tra le car carrier più grandi sul mercato: può infatti trasportare circa 7.600 CEU (Car Equivalent Unit) o in alternativa 5.400 metri lineari di merce rotabile e 2.737 CEU. Con i suoi quattro ponti mobili, è una nave estremamente flessibile, capace di imbarcare qualsiasi altro tipo di carico rotabile quale camion, trattori, autobus, scavatrici, ecc., fino a 5,3 metri di altezza.

Con di due rampe d’accesso, una laterale ed una di poppa, quest’ultima in grado caricare unità di carico fino a 150 tonnellate di peso. La configurazione dei vari ponti ed il sistema di rampe interne riducono al minimo il rischio di danni durante l’imbarco/sbarco delle unità rotabili.
Dal punto di vista ambientale, la Grande Torino è dotata di un motore a controllo elettronico, come richiesto dalle nuove normative per la riduzione delle emissioni di ossido di azoto (NOx) nonché di uno scrubber per l'abbattimento delle emissioni di ossido di zolfo (SOx). Infine, rispetta le più recenti normative in termini di trattamento delle acque di zavorra.

Post correlati

Kalypso Line, nuovo collegamento Intramed Short Sea Lines, tra Turchia, Libia e Italia

Crescono i servizi di linea della nuova compagnia armatoriale Kalypso, gruppo Rif Line, che ha annunciato stamani l’inaugurazione di  Butterfly, […]

Nuove acquisizioni per Rimorchiatori Mediterranei che sbarca a Singapore e in Malesia

ùRimorchiatori Mediterranei acquisisce il 100% di Keppel Smit Towage Private Limited e Maju Maritime Pte Ltd ed entra nel servizio […]

Ai nastri di partenza a Palermo la seconda edizione di MID.MED Shipping & Energy Forum

PALERMO – Inizia domani MID.MED SHIPPING & ENERGY FORUM, seconda edizione della due giorni dedicata ai temi dello shipping e […]


Leggi articolo precedente:
Livorno, Toremar: Serata per “Il Porto dei piccoli”

LA SOLIDARIETÀ SALE A BORDO DI TOREMAR: INIZIATIVA SULLA LIBURNA DEDICATA A “IL PORTO DEI PICCOLI” Livorno – Un mare...

Chiudi