lorenziniterminal
grimaldi
Environment - Sustainability > Bureau Veritas dà l’OK alla portacontainer assistita dal vento da 1800 teu di Zéphyr & Borée

Bureau Veritas dà l'OK alla portacontainer assistita dal vento da 1800 teu di Zéphyr & Borée

La societá di classificazione Bureau Veritas ha rilasciato una "Approvazione in linea di Principio" (AiP) a Zéphyr & Borée per la sua prima portacontainer open-top da 1.800 TEU con sistema di propulsione assistita a vele alari, dimostrando la praticabiità dell'utilizzo del sistema su navi portacontainer. Zéphyr & Borée è la giovane compagnia marittima francese, con sede a Nantes, che dal 2017 sviluppa progetti di navi mercantili a vela.

La nave portacontainer lunga 185 metri è progettata con cinque stive di carico, per lo più scoperte, secondo BV i mezzi di propulsione sono conformi ai requisiti Tier III dell'IMO e la nave è dotata di generatori ad albero e di un sistema di recupero del calore che riduce al minimo il consumo di carburante. La nave è dotata di shaft generators ed un sistema di recupero del calore che riduce al minimo il consumo di carburante. Il sistema di propulsione della nave sarà assistito da otto vele fornite da CWS (Computed Wing Sails). Il design è una vela alare spessa e asimmetrica che può essere governata per catturare i venti con un sistema automatico di adattamento alle condizioni del vento, al fine di garantire un risparmio ottimale.

Nella corsa alla decarbonizzazione della propria flotta, molti armatori stanno ricercando metodi di propulsione alternativi per migliorare l'efficienza energetica delle proprie navi e ridurre le emissioni. Tra le opzioni emergenti, la propulsione assistita dal vento è considerata un forte concorrente per ottenere una significativa riduzione delle emissioni, utilizzando una fonte di energia gratuita, pulita e rinnovabile disponibile in tutto il mondo.

BV è stata coinvolta fin dalla fase iniziale della progettazione che é stata rivista lungo tutto il percorso  progettuale al fine di garantire la fattibilità e identificare eventuali ostacoli.

L'AiP conferma la conformità del progetto alle più recenti notazioni  BV, inclusa la NR 206 sui sistemi di propulsione eolica.

Zéphyr & Borée

Nils Joyeux, CEO di Zéphyr & Borée ha dichiarato: “Siamo convinti che l'energia eolica giocherà un ruolo importante nei prossimi anni nel processo di decarbonizzazione del settore navale. L'integrazione delle vele sulle navi portacontainer è un'importante sfida tecnologica su cui stiamo lavorando. Siamo lieti di collaborare con B.V. su questo progetto, che rappresenta una pietra miliare per dimostrare la fattibilità delle vele alari come soluzione di propulsione eolica per le navi portacontainer. Intendiamo continuare il nostro lavoro con le parti marittime interessate  per offrire soluzioni di propulsione eolica che siano economicamente sostenibili e facciano una differenza tangibile per il settore”.

Laurent Leblanc, senior vice president Technical & Operations di Bureau Veritas Marine & Offshore, ha dichiarato: “Il vento, anche se non è sempre disponibile, è un elemento non trascurabile che può aiutare a decarbonizzare il settore marittimo. Con questo AiP, siamo lieti di dimostrare che la tecnologia eolica può essere applicata alle navi portacontainer, che rappresentano il 17,5% della flotta globale (in tonnellaggio). Bureau Veritas continua a essere all'avanguardia nello sviluppo di linee guida e strutture per l'uso sicuro ed efficiente di questa promettente tecnologia”.

In questo percorso Bureau Veritas ha rilasciato regole di classificazione che forniscono un quadro di riferimento per i sistemi di propulsione eolica (WPS). Queste regole riguardano la sicurezza e l'affidabilità dalla fase di revisione del progetto fino all'installazione e alle operazioni, compresi i regimi di indagine e i requisiti di manutenzione.

Post correlati

F2i con Crédit Agricole investe negli impianti eolici spagnoli del Gruppo Villar Mir

Milano – F2i, primo fondo infrastrutturale nazionale, attraverso il Fondo V -Fondo per le Infrastrutture Sostenibili – in partnership con […]

Il gruppo Grimaldi prende in consegna la nave ro-ro Eco Adriatica

L’undicesima nave ibrida della classe Grimaldi Green 5th Generation (GG5G) Eco Adriatica è stata consegnata al gruppo Grimaldi.  Si tratta, […]

I terminal italiani del Gruppo PSA presentano il primo Report di sostenibilità congiunto

GENOVA – E’ stato presentato il primo Report di Sostenibilità unificato dei terminal italiani del gruppo PSA: PSA Genova Pra’ […]


Leggi articolo precedente:
HHLA Trieste
Terminal HHLA (PLT) Trieste, primo scalo di una portacontainer

Hamburger Hafen und Logistik AG, prima nave portacontainer movimentata al nuovo Terminal HHLA Trieste (PLT) TRIESTE - Primo scalo di...

Chiudi