Acquisizione Hapag Lloyd-HMM, il “NO” delle associazioni sudcoreane del settore marittimo

Il diniego della Federation of Korea Maritime Industries (FKMI), e del Consiglio per lo sviluppo del porto di Busan sulla vendita del 40% azionario della compagnia di bandiera sudcoreana HMM ad una società estera..
HMM Algeciras

Sull’acquisizione del 40% azionario della compagnia di bandiera sudcorean HMM, da parte della tedesca Hapag Lloyd , le due associazioni sudcoreane più rappresentative dell’industria maruittima esprimono la propria contrarietà. Si tratta della Federation of Korea Maritime Industries (FKMI), la federazione che rappresenta il cluster marittimo sudcoreano, e il Consiglio per lo sviluppo del porto di Busan.

Hapag Lloyd nei giorni scorsi ha presentato la propria offerta nell’ambito della fase preliminare della gara per la vendita del 40% azionario della compagnia di navigazione sudcoreana, attualmente detenuto dalla Korea Development Bank e dalla Korea Ocean Business Corporation.

Leggi: Hapag Lloyd punta al 40% di HMM e al podio delle shipping company globali

Le due associazioni sudcoreane in una dichiarazione congiunta si sono espresse contrarie a che una società estera possa entrare nell’azionario di HMM: «Se HMM venisse ceduta alla tedesca Hapag-Lloyd» –  si legge nella dichiarazione delle due associazioni  – «sorgerebbero preoccupazioni per la sorte di risorse nazionali che non possono essere convertite in valore, come le informazioni sul trasporto containerizzato e sui terminal della Corea, inclusi decenni di know-how nel settore delle spedizioni e della logistica». Entrambe le associazioni dubitano che «che HMM, includendo compagnie di navigazione estere nella lista dei candidati alla vendita, sia consapevole dell’importanza del trasporto marittimo».

La compagnia di trasporto marittimo containerizzato sudcoreana reppresenta infatti una risorsa fondamentale e indispensabile per il Paese, le due organizzazioni hanno spiegato: «nel 2021 HMM aveva fornito navi aggiuntive alle nostre società esportatrici che stavano lottando per trovare una nave al fine di caricare le merci in esportazione in una situazione in cui le compagnie di navigazione estere stavano evitando di effettuare scalo al porto di Busan a causa delle difficoltà logistiche globali causate dalla crisi del Covid-19». Esortando pertanto: «a fermare la vendita all’estero della HMM al fine di assicurare una stabile supply chain per le importazioni e le esportazioni della Corea».

LEGGI TUTTO
Soren Toft, MSC: «Orgoglioso delle performance del primo trimestre 2021 - Forte crescita»

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC