Porti, eliminare il gender gap, D’Agostino lancia la proposta di un “Manifesto” VIDEO

Il Porto delle Donne - D'Agostino da Livorno lancia la proposta "Una carta di questi due giorni in cui si fissano una serie di punti che portano a responsabilità romane rispetto al gender gap nei porti".
Zeno D'Agostino

LIVORNO – Zeno D’Agostino, presidente dell’AdSP MAO e presidente ESPO è intervenuto alla due giorni convegnistica di Livorno “Il porto delle Donne” sottolineando l’importanza dell’evento – rispetto al quale “ci sarà un prima e dopo” dalle riflessioni fatte in privato e in pubblico dai protagonisti della comunità portuale nazionale presenti all’incontro, ha ribadito con forza il presidente di ESPO – “Lo stato decida una linea di finanziamento che vada ad aiutare le compagnie portuali, i terminalisti, i presidenti di AdSP ad investire sulle carenze delle infrastrutture, esempio molto banale gli spogliatoi, per permettere di avere personale operativo donne e uomini”.

Vai al video dell’intervento

La proposta che il presidente di ESPO ha lanciato alla comunità portuale riunita a Livorno è la stesura di un manifesto per concretizzare quanto fatto fino a qui a Livorno, con le istanze da rivolgere al governo sul tema della eliminazione del gender gap nei porti : “L’elemento è uscire con una carta di questi due giorni in cui si fissano una serie di punti che portano a responsabilità romane rispetto a questo tema”. La questione spiega D’Agostino deve essere trasferita nell’agenda romana: “uscire con un manifesto di questa due giorni che potrebbe dare continuità e segnare una data importante in quelle che sono le dinamiche complessive della portualità”.

L’impegno da chiedere al governo è “un finanziamento per andare ad eliminare le barriere infrastrutturali che non permettono le iniziative che i singoli porti e i singoli terminalisti e operatori, vogliono portare avanti per aiutare l’eliminazione del gender gap nei porti”.
Concludendo “Questo un tema di “pragmatismo, manageriale, di produttività e competitività” poiché come emerso dai dibattiti della giornata “se non ci sono le donne all’interno il mondo dei porti e dello shipping, noi non siamo in grado di essere competitivi e all’altezza”

LEGGI TUTTO
Livorno: 2016 in crescita +3,4% - Volano in alto i settori ro-ro e auto

Leggi anche «Stare su una gru è come volare» – Le donne del porto si raccontano

Leggi anche:  Il porto attrae i talenti, senza differenza di genere – “Il porto delle donne”

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC