lorenziniterminal
grimaldi
Environment - Sustainability > Operazione Mare Sicuro: La Guardia Costiera Toscana, dispiega in mare 120 uomini e 40 mezzi

Operazione Mare Sicuro: La Guardia Costiera Toscana, dispiega in mare 120 uomini e 40 mezzi

LIVORNO - Al via l'Operazione Mare Sicuro della Guardia Costiera. Ad annunciarne l'avvio per le coste della Toscana, durante una conferenza stampa svolta in Capitaneria di Porto a Livorno, il direttore marittimo della Toscana, contrammiraglio Gaetano Angora, affiancato dal coordinatore regionale di Mare Sicuro, capitano di fregata Riccardo Cavarra.

"L’Operazione consiste nel presidiare le coste dell’intero territorio nazionale, noi ci occuperemo della Regione Toscana, per tutte quelle attività che vengono svolte nel periodo estivo e sul mare" - ha spiegato l'ammiraglio Angora ai microfoni di CORRIERE MARITTIMO (Vai alla VIDEO intervista)

"L’estate rappresenta il momento principale in cui tutti vogliono fruire del mare e delle coste" - ha proseguito- "e noi Corpo delle Capitanerie di Porto, con la componente Guardia Costiera, vigileremo e saremo presenti sul territorio in maniera discreta e puntuale per far sì che queste attività vengano svolte in modo più legittimo e consensuale possibile".

L’estate sulle coste toscane lascia prevedere forti presenze turistiche, già in questo ultimo fine settimana secondo i dati diffusi dall’AdSP il porto di Piombino è stato preso d’assalto con un traffico di 72 mila passeggeri e 24 mila mezzi al seguito.

Le presenze, le previsioni per le coste toscane
“Lo scorso anno sono stati 17 milioni i turisti che hanno preferito le coste della Toscana” - commenta l’ammiraglio Angora - “quest’anno dopo due anni di pandemia ci aspettiamo che questi numeri possano aumentare” - "Solo nei porti toscani lo scorso anno sono stati  7 milioni di passeggeri che sono partiti dai porti toscani a bordo dei traghetti per raggiungere le isole. A questi vanno aggiunti gli oltre 350 mila crocieristi" - secondo le previsioni di quest'anno - "le previsioni per gli accosti sono esplose, sono oltre 200 gli accosti nave previsti nei porti che ospitano navi da crociera della regione Toscana".

L’Operazione Mare Sicuro - ha spiegato l'ammiraglio Angora - è ormai trentennale, nata nel 1982, ma anno dopo anno viene costantemente aggiornata. Avviata a livello nazionale il 18 giugno scorso, si concluderà il 18 settembre. Fino a tale data pertanto, la Guardia Costiera vede dispiegati in Toscana 40 mezzi navali di categoria alturiera che costiera, e 120 militari, donne e uomini, della Direzione Marittima di Livorno che operano lungo gli oltre 600 chilometri di costa. I militari presiderianno 15 postazioni scelte: a partire dal litorale apuano di Carrara e fino al promontorio dell’argentario, comprese le isole dell’arcipelago toscano. Presso le isole di Capraia e del Giglio saranno inoltre dislocati i battelli specialistici.

Mentre il personale sul territorio garantirà una costante e capillare opera di vigilanza in mare e sulle spiagge verrà, il personale negli uffici garantirà amministrativamente tutte le attività di competenza: certificazioni, libretti di navigazione, patenti nautiche etc.  

La Guardia Costierà, attraverso le attività sul territorio, garantirà:

La tutela della sicurezza della navigazione e della balneazione, quindi per i bagnanti e i diportisti, con controlli che riguarderanno anche i traghetti con i turisti da e per le isole. "I punti che necessitano di maggiore attenzione sono le Isole del Giglio e Capraia" - ha sottolineato Angora.

La tutela del demanio marittimo attraverso il contrasto alle occupazioni abusive, al fine di identificare e risolvere qualsiasi utilizzo illecito della costa, delle spiagge, ma anche del mare.

La salvaguardia dell’ambiente marino costiero, contro ogni forma di inquinamento. Riguardo alla Area Marina Protetta Secche della Meloria, nello specchio acqueo antistante Livorno, l’ammiraglio Angora ha annunciato: “Negli ultimi anni e quest’anno particolarmente, abbiamo rivisto, in meglio, i divieti”- di navigazione e balneazione - “per la riserva parziale ed integrale della Meloria”.

Infine la vigilanza sul corretto uso commerciale delle unità da diporto e controlli sulla filiera ittica:

La fase più propriamente operativa, che andrà avanti per tutta l’estate, è stata preceduta da una intensa attività di prevenzione che ha visto coinvolto il personale di tutti gli uffici territoriali della Direzione Marittima con le Istituzioni locali oltre che con l’utenza di settore e con le scuole per diffondere il messaggio della fruizione corretta e responsabile di mare e coste.

L'operazione Mare Sicuro è coordinata a livello regionale dal comandante Cavarra, al quale rispondono i vari coordinatori locali: " La campagna Mare Sicuro inizia già in inverno con la preparazione del personale che dovrà operare" - ha specificato il comandante Cavarra - "atttraverso l'attività natatoria in piscina, per l'abilitazione al corso di salvamento in mare, inoltre il corso di primo soccorso anche per l'uso del defibrillatore. I mezzi durante il periodo invernale vengono sottoposti a continua manutenzione, perchè siano efficenti per l'inizio estate".  "Fondamentale il rapporto con le amministrazioni comunali, con le quali" - continua il comandante - "abbiamo stretto una solida collaborazione già da molti anni, rafforzato con un accordo siglato con ANCI Toscana".

Una parte importante della campagna è la sensibilizzazione e prevenzione alla cultura del mare, alle buone pratiche e la sicurezza del mare, soprattutto nei confronti dei più giovani, con lo scopo di accrescere in loro la consapevolezza dell’importanza di comportamenti responsabili ed ambientalmente sostenibili. Tra le attività svolte dagli uomini della Guardia Costiera, particolare rilevanza assume sicuramente, conclude Cavarra: "il pattugliamento per la sicurezza dei bagnanti e di coloro che svolgono le attività subacquee e le interrelazione pericolose che si possono verificare con i naviganti".

Dall’analisi dei dati delle ultime stagioni estive (2020 e 2021) – che ha visto quasi 400 diportisti e bagnanti soccorsi dalla Guardia Costiera – si è avuta conferma che la maggior parte delle emergenze in mare è correlata a situazioni di pericolo prevedibili ed evitabili (come ad esempio avverse condizioni meteo marine e avarie agli impianti di bordo dovuti a scarsa manutenzione).

La Guardia Costiera, per tale motivo, affianca all'attività operativa quelle d’informazione e prevenzione, che giocano un ruolo chiave nella tutela di tutti coloro che vanno per mare, per evitare comportamenti potenzialmente pericolosi per sé e per gli altri, oltre che per l’habitat marino e per le specie che lo popolano.

Proprio nell’ottica di una maggiore valorizzazione del territorio e della salvaguardia dell’ambiente marino è stata rinnovata, come ogni anno, la convenzione con il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano per il potenziamento della sorveglianza al fine di assicurare una presenza costante e quotidiana in un’area ad elevato valore ambientale quali sono le isole del nostro arcipelago.

Similare elevato livello di attenzione è naturalmente riservato all’Area Marina protetta delle Secche della Meloria, riserva di particolare pregio naturalistico che, proprio per la sua vicinanza alla costa è facilmente accessibile e dunque meta di tanti fruitori. In proposito l’Ammiraglio Angora ha tenuto a sottolineare come la corretta fruizione abbia fatto registrare nell’ultimo periodo ottimali risultati in termini di preservazione del suo equilibrio ecosistemico.

VAI al VIDEO - SPOT Guardia Costiera OPERAZIONE MARE SICURO 2022 "lL tua sicurezza in mare"

Inoltre, anche quest’anno proseguirà l’iniziativa del “Bollino blu”, d’intesa con il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, che permetterà ai diportisti di vivere il mare più serenamente, evitando una duplicazione dei controlli in materia di sicurezza delle unità da diporto dalle diverse Forze di polizia operanti in mare. Nel 2021, nell’ambito della Direzione marittima della Toscana sono stati circa 1000 i bollini blu rilasciati.
Da ultimo si ricorda che per le emergenze in mare è sempre attivo il numero Blu 1530, a cui si affianca il Numero unico delle emergenze - 112, ad oggi già attivo nella Regione Toscana.
“Vivere il mare è naturale, divertente, rilassante… facciamolo in maniera corretta e responsabile!” lo slogan dell’estate della Guardia Costiera Toscana.

Post correlati

F2i con Crédit Agricole investe negli impianti eolici spagnoli del Gruppo Villar Mir

Milano – F2i, primo fondo infrastrutturale nazionale, attraverso il Fondo V -Fondo per le Infrastrutture Sostenibili – in partnership con […]

Il gruppo Grimaldi prende in consegna la nave ro-ro Eco Adriatica

L’undicesima nave ibrida della classe Grimaldi Green 5th Generation (GG5G) Eco Adriatica è stata consegnata al gruppo Grimaldi.  Si tratta, […]

I terminal italiani del Gruppo PSA presentano il primo Report di sostenibilità congiunto

GENOVA – E’ stato presentato il primo Report di Sostenibilità unificato dei terminal italiani del gruppo PSA: PSA Genova Pra’ […]


Leggi articolo precedente:
Porto Piombino
Porto di Piombino, traffico non previsto di mille passeggeri

PIOMBINO - Non ha avuto un particolare impatto sull’operatività del porto, la manifestazione civica indetta dai cittadini per protestare contro...

Chiudi