Motovedetta della Capitaneria intitolata al comandante Natale De Grazia

Motovedetta DeGrazia

Varata stamani la motovedetta che porta il nome di Natale De Grazia, il comandante della Capitaneria di Porto, scomparso 25 anni fa in circostanze mai chiarite. L’ufficiale indagava su attività di traffici illeciti nel Mediterraneo.

MESSINA – Con il consueto lancio della bottiglia è avvenuto, stamani, il varo a Messina della nuova motovedetta di ricerca e salvataggio, della Guardia Costiera, intitolata a Natale De Grazia, il comandante-medaglia d’oro al merito di marina, ufficiale della Capitaneria di Porto, scomparso 25 anni in circostanze mai chiarite. Un mistero avvolge ancora la morte dell’ufficiale avvenuta ufficialmente per arresto cardiaco, mentre indagava per conto della Procura della Repubblica di Reggio Calabria su una complessa attività di traffici illeciti di rifiuti tossici, operati da navi mercantili nel Mediterraneo.

Alla cerimonia di varo ha partecipato il comandante generale delle Capitanerie di Porto, ammiraglio Giovanni Pettorino. La nave è stata tenuta a battesimo da Anna Vespia, la vedova del comandante-eroe. “Cercava di capire le ipotesi dell’inquinamento e risalire alle cause” – ha dichiarato la vedova– “io spero che il suo nome su questo pattugliatore possa avere questo senso di ricordare chi è stato Natale De Grazia, perchè si è sacrificato”.

“E’ nel solco da lui tracciato” – ha detto l’ammiraglio Pettorino – “che noi oggi continuiamo ad operare in questo settore a tutela del nostro mare che vogliamo proteggere con tutte le nostre energie”.

LEGGI TUTTO
Porti e terminal, Uniport traccia la rotta alla cena di gala a Roma

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC