lorenziniterminal
grimaldi
Ports > Livorno: Porto Aperto al via l’XI° edizione

Livorno: Porto Aperto al via l'XI° edizione

Presentata a Palazzo Rosciano la nuova edizione di “Porto Aperto” In dieci anni più di 30 mila studenti e XI edizioni hanno visitato lo scalo labronico.
LIVORNO - E siamo a 11. E’ stata presentata stamattina a Palazzo Rosciano la nuova edizione di Porto Aperto, che quest’anno, l’undicesimo dalla sua nascita, si arricchisce di nuovi importanti elementi e nuovi protagonisti, come i porti di Piombino, quelli elbani di Rio Marina, Cavo e Portoferraio, e quello dell’Isola di Capraia, che sono assieme a Livorno le sei stelle della nuova costellazione dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale.
“In questi dieci anni oltre 30mila studenti hanno visitato il nostro porto attraverso visite gratuite e guidate– ha detto il dirigente Promozione e Studi, Gabriele Gargiulo – c’è una volontà di integrazione tra due mondi, quello portuale e quello cittadino, che vogliono continuare a parlarsi”.
Il programma 217-2018 è particolarmente articolato e prevede tra le altre cose:
- Visite guidate ai porti ricadenti sotto la circoscrizione dell’Adsp (i destinatari sono gli studenti delle scuole primarie e secondarie).
- Trasmissioni televisive con focus tematici su argomenti di stretta attualità e di interesse per la comunità portuale.
- Incontri con le scuole e la cittadinanza e mostre per conoscere le zone inaccessibili dei porti ed i suoi protagonisti.
- Visite preliminari al laboratorio multimediale del Port Center.
- Visite al magazzino ex FS adiacente il terminal crociere del porto, struttura che ospita oggi il navicello “Pilade” e la motovedetta “Marzocco”. Mentre la Motonave “Bruno Gregoretti”, attualmente in cantiere per gli ultimi interventi restauro, è invece ormeggiata nel porto Mediceo, in prossimità della Fortezza Vecchia.
- Iniziative culturali in Fortezza Vecchia (L’Autorità, dal 1 agosto 2013 è diventata custode della Fortezza Vecchia in virtù delle concessioni temporanee sottoscritte con gli Enti proprietari. La concessione iniziale è stata prorogata, per il quadriennio 2016-2020).
“Il programma Porto Aperto – è stata la chiosa del presidente Corsini a margine della conferenza stampa – è una iniziativa molto articolata che in questi anni ci ha dato parecchie soddisfazioni. Investire sulla conoscenza dei porti del Sistema dell’Alto Tirreno, valorizzarne la memoria storica e le bellezze culturali e architettoniche, di cui anche Piombino è particolarmente ricca, è un obiettivo nobile che occorre perseguire con sempre maggiore convinzione: per questo motivo, il prossimo traguardo da raggiungere per i prossimi anni sarà quello di sviluppare ulteriormente il percorso espositivo- didattico che oggi va dalla Fortezza Vecchia, e dal suo Port Center, sino al Magazzino Ex Fs”.

Post correlati

Autoproduzione, Assarmatori su emendamenti DL Rilancio, “sarebbe tornare indietro”

Sul tema dell’autoproduzione dei servizi portuali interviene Assarmatori precisando che non esiste una contrapposizione tra marittimi e portuali ma la […]

UPI, Bellomo a Pettorino: Unitarietà della categoria, siamo pronti a discutere

“Il neo presidente, ripropone l’apertura del “dialogo per ricucire la spaccatura che c’è stata tanti anni fa”. Tuttavia, il tenore […]

Piombino, hub per le riparazioni navali – “Un Bacino per Piombino” Tavola Rotonda

Il porto di Piombino Hub delle riparazioni navali – La dislocazione stabile di servizi di riparazione navale nel porto di […]


Leggi articolo precedente:
D’Agostino: “Europa centro del mondo, ma a rischio frammentazione” / INTERVISTA

Parla Zeno D'Agostino: "Dal punto di vista logistico, commerciale e portuale dobbiamo essere in grado di sostituire la probabile incapacità...

Chiudi