Ports > Il Propeller Club Livorno incontra l’equipaggio del Museo Navigante

Il Propeller Club Livorno incontra l'equipaggio del Museo Navigante

Il Propeller Port of Leghorn e la sua presidente Maria Gloria Giani Pollastrini hanno incontrato l’equipaggio del Museo Navigante, in sosta nel porto di Livorno, con i 16 ragazzi degli Istituti Nautici ed ha organizzato un incontro per esporre loro le professioni del mare.
 
LIVORNO - I giovani sono il nostro futuro e ciascuno deve fare la propria parte per trasmettere loro valori e competenze acquisite dalle generazioni precedenti. 
È in quest’ottica che il Propeller Port of Leghorn, rappresentato dalla sua presidente Maria Gloria Giani Pollastrini, ha incontrato l’equipaggio del Museo Navigante in sosta in città con i 16 ragazzi degli Istituti Nautici ed organizzato un incontro per esporre loro le professioni del mare.
Nella prima giornata la presidente Giani ha dato il benvenuto alla Goletta Oloferne e allo staff del Museo Navigante: il Comandante Marco Tibiletti (Navi di  Carta), il Secondo Giampietro Sara, Luisa Francesca Proto (presidente dell’Associazione “un ponte nel vento” nonché figlia dell’Ammiraglio Natale Proto, indimenticato ufficiale del Comsubin) e Maria Franzoi. A bordo nave c’era anche il comandante in seconda della Direzione Marittima della Toscana, il Capitano di Vascello Francesco Tomas.
 
È stata l’occasione per la consegna del crest del Propeller e una foto ricordo con otto ragazzi del quarto anno del Nautico di Manfredonia: Luigi Pio Armillotta, Pasquale Pio Tomaiuolo, Claudio Scircoli, Kevin Olivieri, Paolo Gallifuoco, Michele Granatiero, Libero Fariello, Antonio Frascati. I futuri capitani hanno poi visitato il port center della Fortezza Vecchia e l’Accademia Navale.
L’indomani è giunto il nuovo equipaggio, stavolta proveniente dal Nautico Fiorillo di Marina di Carrara: Nicko Zolesi, Davide Bedini, Andrea Tonarelli, Luca Lenzetti, Nicola Gabelloni, Luca Bianchi, Daniele Narra e Mattia Folegnani. Per i ragazzi di Carrara il Propeller ha organizzato un incontro nella sede degli Ormeggiatori e Barcaioli di Livorno.
 
In quella sede il Comandante Tomas ha spiegato loro le funzioni e l’organizzazione della Guardia Costiera; successivamente il comandante Lino Capozzi ha descritto il lavoro degli Ormeggiatori-Barcaioli ricordando come le insidie del mare non vadano mai sottovalutate. Maria Gloria Giani ha infine spiegato ai ragazzi il lavoro dell’Agente Marittimo e dello Spedizioniere.
Il pomeriggio si è poi concluso con lo scambio del crest tra LuisaFrancesca Proto e Lino Capozzi

Post correlati

Gruppo Onorato: “Sulle nostre navi equipaggi e contratti italiani”

MILANO –  Duro l’attacco del Gruppo Onorato in merito alla questione dell’imbarco dei marittimi italiani sulle navi di flotta nazionale. […]

Assarmatori promuove il trasporto marittimo italiano in Europa

BRUXELLES – AssArmatori incontra la Commissione europea per fare un focus su: risorse umane, formazione, mobilità sostenibile, nuove normative e procedure per […]

Community Spezia: Parità di benefici per la portualità ligure

  LA SPEZIA – È venuto il momento che i porti liguri facciano davvero sistema per intercettare una parte del […]


Leggi articolo precedente:
Auto Terminal Gioia Tauro
Auto Terminal Gioia Tauro: Lavoratori non autorizzati? Sopralluogo di Authority e Capitaneria di porto

Gioia Tauro- L’Autorità portuale di Gioia Tauro in seguito al sopralluogo ispettivo effettuato insieme alla Capitaneria di Porto presso la ditta Auto...

Chiudi