lorenziniterminal
grimaldi
Ports > Grandi navi a Venezia – Propeller Club, si al confronto del cluster

Grandi navi a Venezia - Propeller Club, si al confronto del cluster

Grandi navi e sviluppo del porto. Accorato appello del Propeller - “Siamo tutti sulla stessa barca, evitiamo il naufragio”.

VENEZIA - Appello dell'International Propeller Club Port of Venice in merito alla questione "Grandi navi a Venezia" e sulla valutazione della possibilità di crescita o l’eventuale declino della portualità lagunare. Destinatari dell'appello: enti locali, associazioni di categoria, mondo imprenditoriale e del lavoro in genere. Nell'intenzione del Club lagunare l'esortazione a "far fronte comune - fa sapere il Club in una nota scritta - "abbandonando sterili polemiche e atteggiamenti autoreferenziali, per creare, invece, quell’indispensabile massa critica di consensi condivisi che consenta al porto di attuare il suo indispensabile sviluppo nella riqualificazione e valorizzazione delle sue grandi aree oggi disponibili e ai suoi 16 mila addetti la certezza del proprio posto di lavoro".

Pur nel rispetto dei singoli, diversi, molteplici contributi mirati alla salvaguardia dell’ambiente, alla sicurezza della navigazione all’interno della laguna ecc.ecc. dev’essere comunque fermata con forza l’onda di chi vuole alimentare lo scontro piuttosto che facilitare il sereno confronto tra i tanti attori del cluster - dichiara il presidente del Propeller, Massimo Bernardo – e aggiunge: siamo tutti sulla stessa barca , imprenditori, lavoratori enti pubblici e associazioni di categoria non certo per cercare il naufragio ma per dare un concreto contributo al futuro del nostro porto e, più in generale alla blu economy.  Se dall’indagine conoscitiva, in primis, emerge quanto ancora poco si conosca relativamente alle grandi potenzialità dei nostri scali, appare invece evidente come per i nostri porti lagunari sia urgente proporsi ai mercati internazionali a livello sistemico con aeroporti, interporti e grandi infrastrutture” .

Dall’International Propeller Club Port of Venice si alza la preoccupazione riguardo le reazioni delle compagnie di navigazione per la recente ordinanza restrittiva della Capitaneria di Porto sul passaggio delle grandi navi. Il Club fa sapere  la grande apprensione con cui viene attesa la decisione dei ministeri competenti. "Resta aperta e si consolida - conclude il Club lagunare - ogni forma di collaborazione con l’Autorità di sistema Portuale intesa a valorizzare e a rendere sempre più competitiva la portualità lagunare."

Post correlati

Darsena Europa, la coesione locale e il potenziale acquirente

Il progetto Darsena Europa si troverebbe da diversi mesi negli interessi di un investitore estero. Tuttavia il “potenziale acquirente” sembra […]

Venezia, incidenti navi – Capitaneria di Porto: Avviati gli accertamenti

La Capitaneria di porto di Venezia ha avviato una serie di accertamenti tecnici di polizia giudiziaria ed amministrativi. VENEZIA – […]

Bonistalli, Asamar – Livorno, pilotaggio e rimorchio un anno di provvedimenti

Parla Enrico Bonistalli, presidente Asamar Livorno: Il porto, la revisione dei servizi di pilotaggio e rimorchio, provvedimenti straordinari e fondamentali […]


Leggi articolo precedente:
Treno Italia Cina
Ram / Relazioni Italia-Cina: Necessari collegamenti tra porti e reti Ten-T

Cascetta (Ram), per Via della Seta serve politica infrastrutturale ed industriale - Le “giornate di studio”, confronto su relazioni Italia-Cina....

Chiudi