Genova: Nuove procedure di urgenza per snellire i controlli fitosanitari sull’agroalimentare

PSA Genova

Alberto Banchero, presidente di Assagenti, ha commentato: “Razionalizzazione dei controlli e degli spostamenti, difesa del mercato e dell’occupazione, il nuovo protocollo è la traduzione in azione di questi principi. Genova non si ferma “.

Genova – Adsp del Mare Ligure Occidentale, Spediporto e Confindustria Terminal Operators, e Regione Liguria Servizio Fitosanitario, hanno predisposto un protocollo in grado di snellire, velocizzare e rendere più efficienti le operazioni dei controlli fitosanitari sull’import dei prodotti agroalimentari. In definitiva con la nuova procedura sarà possibile garantire l’esaurimento dei controlli al termine della giornata, migliorando il livello di interscambio informativo tra operatori e pubblica amministrazione, garantendo tempi certi sui controlli dei container contenenti agroalimentare.
Il presidente di Spediporto Alessandro Pitto ha spiegato: “E’ un primo importante successo per la merce e per il nostro scalo”.
Importante il ruolo della Direzione Fitosanitaria che, alla luce delle difficoltà emerse e dello sviluppo di nuovi ed importanti traffici di prodotti agroalimentari, ha individuato con Terminalisti e Spedizionieri un modello operativo fortemente impegnato a migliorare i tempi di accertamento e verifica della merce.
Il presidente di Assagenti Alberto Banchero ha commentato: “Razionalizzazione dei controlli e degli spostamenti, difesa del mercato e dell’occupazione, il nuovo protocollo è la traduzione in azione di questi principi. Genova non si ferma “.
Sarà quindi la semplificazione delle procedure a mettere in atto la ripartenza del porto di Genova.

LEGGI TUTTO
Sviluppo, lavoro e formazione dell'economia del mare - Blue Economy Summit 2020

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC