“E-BRIDGE” progetto europeo di ports of GEnoa – Partecipano: Autority, Circle e Urinet

ALCE commercio estero porto genova

GENOVA – Presentato nei giorni scorsi il progetto, “E-BRIDGE. Emergency and BRoad Information Development for the ports of GEnoa”, da parte del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti al bando Connecting Europe Facility 2018 dell’Unione Europea (DG MOVE) e supportato da RFI per un valore complessivo di circa 20 milioni di euro. Un programma per il finanziamento di interventi sull’area di Genova, che prevede la progettazione di molteplici iniziative  a carattere integrato e complementare. Al progetto partecipano l’Autorità di Sistema portuale del Mar Ligure Occidentale insieme a Uirnet SpA e al partner tecnologico Circle SpA. 

 “Il progetto punta a studiare ed implementare” – scrive in una nota Circle SpA – “una serie di azioni pilota innovative dal punto di vista tecnologico e di processo, per migliorare l’efficienza dei flussi di merce in/out dai porti di Genova, in risposta ai nuovi fabbisogni del porto. Tra le linee d’azione previste: il ridisegno organizzativo ed informativo del sistema di ultimo miglio ferroviario il completo adeguamento dei varchi portuali e dei gate terminalistici anche in relazione alle esigenze di connessione informativa con gli ambiti logistici esterni al perimetro portuale; la realizzazione di aree di sosta intelligenti all’interno delle aree portuali; la progettazione e l’implementazione di un progetto pilota per realizzare aree buffer esterne all’ambito portuale”. La proposta, che si snoda nel biennio 2019/2020, vedrà il coinvolgimento di Circle in virtù dell’expertise della Società nei campi della progettazione europea e dell’ultimo miglio ferroviario.

LEGGI TUTTO
Gioia Tauro, l'ok della Corte dei Conti alla gestione dell’Authority

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC