lorenziniterminal
grimaldi
Governance > Dl Milleproproghe, Uiltrasporti plaude al ricambio generazionale nei porti

Dl Milleproproghe, Uiltrasporti plaude al ricambio generazionale nei porti

Il mondo dei porti e della logistica é intervenuto oggi per commentare con soddisfazione l'approvazione di ieri sera, presso la Commissione bilancio della Camera, dell'emendamento al decreto legge Milleproroghe sui ristori ed il fondo di accompagnamento all’esodo per i lavoratori portuali,  disponendo l’estensione al giugno 2022 dei sostegni per i lavoratori portuali insieme ad un primo stanziamento per la creazione di un fondo per il pensionamento anticipato.  Emendamento che ha visto la riformulazione da parte del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

"L'ok in Commissione Bilancio della Camera all'emendamento, da noi fortemente voluto, per finanziare il fondo di accompagno all'esodo dei lavoratori portuali - ha commentato il segretario generale del sindacato Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi - è un passo sicuramente positivo che riguarda le esigenze della portualità dei prossimi anni. Finalmente tutti i lavoratori dei porti italiani, siano essi dipendenti delle imprese e terminal ex art. 16 e 18 della legge 84/94 o delle Autorità di Sistema Portuale, avranno pari dignità ai lavoratori dell'art.17 per i quali era già prevista questa misura'

"Come Uiltrasporti abbiamo sempre sostenuto l'introduzione di un meccanismo che consentisse il ricambio generazionale nelle banchine in considerazione delle caratteristiche usuranti del lavoro portuale e in vista dei processi di automazione che interesseranno sempre più il settore. Ora è fondamentale dare avvio a questo strumento congiuntamente al “piano dell'organico porto” per far fronte alle sfide che ci attendono".

"Vigileremo ora - ha detto il segretario generale della Uiltrasporti - sull'iter di approvazione di questa norma fondamentale per l'intera portualità e continueremo a lavorare per dare attuazione a tutte quelle norme necessarie ai porti e rimaste inattuate ed incomplete. Ringraziamo per l'impegno profuso, che ha determinato questo ottimo risultato, il MIMS, il Ministero del Lavoro, la presidente della Commissione Trasporti della Camera dei deputati e i gruppi parlamentari che hanno sostenuto l'emendamento. Settori strategici per l'economia nazionale, come il settore portuale necessitano di una visione di “interesse Paese” ed è pertanto assolutamente indispensabile la collaborazione tra istituzioni, forze politiche e sociali come è avvenuto in questo caso per cogliere obiettivi di sviluppo e di alto profilo".

Post correlati

Assoporti, Giampieri: Preoccupazione per l’instabilità politica e i possibili effetti sulla portualità

Roma: “L’ipotesi di instabilità politica ci preoccupa perché si colloca in un momento di grandi incertezze a livello mondiale, e […]

Crisi di Governo, rinviato il fermo nazionale dell’autotrasporto

A conferma del grande senso di responsabilità, che ha sempre caratterizzato la categoria, l’autotrasporto italiano ha deciso di sospendere la […]

La replica/Accademia Navale Livorno: «Avviata una verifica su “asserite” irregolarita concorsuali»

LIVORNO – «In merito a quanto pubblicato sul quotidiano “Il Tirreno” relativo alle asserite irregolarità concorsuali durante le fasi di […]


Leggi articolo precedente:
Lavoratore porto
Porti, dl Milleproroghe, Gariglio e Romano: “Primo passo per il ricambio generazionale”

ROMA -  Molti gli interventi dei rappresentanti politici in merito all’approvazione, questa notte, in Commissione Bilancio della Camera dell’emendamento al...

Chiudi