“Di porto in porto”, Wista Italy approda a Savona e Vado Ligure

L'Associazione delle professioniste dello Shipping in visita ai porti liguri - Musso, presidente Wista Italy: "Nel settore marittimo-portuale i numeri della presenza femminile nei ruoli di responsabilità sono impietosi".
Wista Italy

SAVONA – Wista Italy, l’Associazione delle professioniste dello shipping e della logistica, ha visitato i porti di Savona e Vado Ligure, ospite dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale e dell’Associazione dei terminalisti.

L’iniziativa fa parte degli appuntamenti denominati “Di porto in porto” promossi da Wista Italy per consentire alle socie di approfondire la conoscenza delle diverse realtà portuali nazionali. Lo spiega l’associazione in una nota

“Il programma è partito dall’incontro presso il Palacrociere di Savona con la visita al Terminal crociere, dove il direttore dello scalo di Savona-Vado Paolo Canavese, ha illustrato i due scali, le loro caratteristiche peculiari e i lavori per lo sviluppo. Sono poi intervenuti Giorgio Blanco, presidente dei terminalisti savonesi, e Paolo Piacenza, gegretario generale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale.

Musso Piacenza

Per Wista Italy la presidente, Costanza Musso, ha parlato del tema della parità di genere nel settore marittimo-portuale dove i numeri della presenza femminile nei ruoli di responsabilità sono impietosi: neanche una donna presidente di una delle 16 Autorità Portuale, solo 2 segretario generale, neanche una donna nel direttivo dei terminalisti, 2 in quello di Confitarma e solo una in quello di Assarmatori. Presenze femminili quasi al 50% nel in Assoporti che scendono però al 22% nei ruoli di responsabilità. Insomma un problema di diversity ancora importante e sul quale si sta, obbiettivamente, facendo ancora troppo poco. La mattina è proseguita con la visita al porto di Savona e i suoi terminal, in particolare Savona terminal Auto.

Per pranzo la delegazione di Wista Italy si è spostata al terminal Forship dove ad accoglierli c’erano l’amministratore delegato Giuseppe Scognamiglio, la responsabile marketing e comunicazione Cristina Pizzutti e il chief sales officer, Sebastian Romani insieme ad altri colleghi. In un clima di grande convivialità, condiviso anche con la sindaca di Vado Monica Giuliano, la delegazione Wista ha potuto visitare anche la nave “Mega Smeralda” di Corsica Ferries, appena arrivata dai lavori di bacino dove, sul Ponte di Comando, la presidente  Musso ha consegnato il Crest al Comandante.

LEGGI TUTTO
Propeller Livorno: Porto - città convivenza difficile, non priva di conflitti superabili con il dialogo

Ultima tappa della giornata è stata quella più emozionante per le socie Wista perché ad accoglierle al Terminal container di Vado Gateway hanno trovato una delegazione interamente femminile guidata dalla commercial manager APM Terminals, Daniela Mossa, e cinque giovani lavoratrici addette all’operativo di banchina.

“Per le socie Wista, quindi, è stato un bellissimo momento” – sottolinea l’associazione – “perché accanto all’interesse e alla curiosità per il nuovo terminal APM, i suoi numeri e la sua operatività semi automatica, c’è stata anche la possibilità di condividere con le giovai operative la loro interessantissima esperienza”.

Come ha detto la vicepresidente Gabriella Reccia, se quella di Vado Gateway fosse una realtà diffusa forse non ci sarebbe più bisogno di Wista!

 

Wista Italy

Wista Italy

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC