lorenziniterminal
grimaldi
Logistic & Transport > Terzo Valico /Rfi: No al ripristino dello shunt a Novi – Non si torna al progetto originario

Terzo Valico /Rfi: No al ripristino dello shunt a Novi - Non si torna al progetto originario

NOVI LIGURE —  Il tracciato del Terzo Valico rimarrà quello attualmente in corso di realizzazione e la bretella (lo shuntprevista nel progetto originario, – nell’area del basso Pieve per bypassare il centro abitato, non sarà ripristinata. Questo é stato riferito da Maurizio Gentile, amministratore delegato di Rfi, al sindaco di Novi Ligure Gian Paolo Cabella, durante un incontro svolto a Roma. L'amministrazione comunale di Novi infatti ha avanzato formale richiesta di ripristino del progetto iniziale del tracciato. 

Lo stato di avanzamento dei lavori e i ritardi già accumulati per effetto delle modifiche di tracciato pretese dalla precedente amministrazione della citta di Novi, come sottolineato dalla attuale giunta comunale, fanno si che non sia possibile tornare al precedente progetto. Il tracciato ferroviario del Terzo Valico passando nella città di Novi, lungo la linea ferroviaria attualmente esistente, porterà  «disagi e le conseguenze negative per la popolazione» spiegano dall'amministrazione.

Tornare al progetto originario, secondo Rfi, dilaterebbe enormemente la tempistica della realizzazione dell’opera. Lo shunt era previsto nel primo progetto del Terzo Valico e per eliminarlo ci vollero oltre quattro anni di passaggi tecnici e burocratici (dal maggio 2014 al luglio 2018).

Nel corso dell’incontro, Gentile ha osservato che parte delle preoccupazioni circa la rumorosità dei convogli merci potrebbero essere mitigate da una nuova metodica di realizzazione delle barriere anti rumore, meno impattanti dal punto di vista estetico.

Soluzione tuttavia che non sembra piacere al sindaco Cabella e pertanto il consiglio comunale presenterà «un nuovo tracciato che si integri con il progetto, ormai condiviso e dal quale non è possibile tornare indietro, del Terzo Valico, permettendo ad alcune categorie di trasporti (primi tra tutti i collegamenti merci) di bypassare il centro abitato»

Il progetto TERZO VALICO è la nuova linea ferroviaria ad alta capacità veloce che si sviluppa complessivamente per 53 km, di cui 36 km in galleria, e interessa 14 comuni delle province di Genova e di Alessandria e le regioni Liguria e Piemonte.

La linea, partendo dal nodo ferroviario di Genova (Bivio Fegino) si sviluppa quasi interamente in galleria (Galleria di Valico e Galleria Serravalle) fino alla Piana di Novi. Dall’uscita della galleria di Serravalle la linea si sviluppa prevalentemente all’aperto nella tratta tra Novi Ligure e Pozzolo Formigaro.

Post correlati

Assemblea Generale Confindustria Marmomacchine e rinnovo presidente De Angelis – Milano

Il 17 settembre a Milanoa Milano l’Assemblea Generale Confindustria Marmomacchine 2020. Appuntamento centrale per il Comparto e, durante il quale […]

Connessi o disconnessi? Industria, logistica, lavoro. Sfide del mondo post Covid -Confetra Assemblea Annuale

IL COMMERCIO GLOBALE, LA LOGISTICA, L’INDUSTRIA, IL LAVORO L’ITALIA E LE SFIDE DEL MONDO POST COVID DIGITAL EVENT 23 SETTEMBRE […]

De Micheli a Parma inaugura la prima fiera post lockdown «Segnale di ritorno a nuova normalità»

PARMA – La ministra alle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli, a Parma ha inaugurato la prima fiera dopo il […]


Leggi articolo precedente:
Container MSC
MSC oggi in porto a Cagliari “in via eccezionale” al Terminal rinfuse –

CAGLIARI – La nave MSC che da ieri sera era in rada difronte al Porto Canale di Cagliari, stamani ha...

Chiudi