L’Interporto Vespucci rifà il look al Centro Congressi e raddoppia i magazzini del freddo

Inaugurazione presso l'Interporto Toscano Vespucci di Guasticce del Centro Congressi rimodernato - La società chiude il 2023 con risultati positivi e annuncia il completamento del Cold Village, con il nuovo magazzino del freddo entro il 2026.
Interporto Vespucci

LIVORNO – Si è svolta ieri pomeriggio presso l’Interporto Vespucci di Guasticce, l’inaugurazione del Centro Congressi rimodernato, occasione durante la quale i vertici della società interportuale “Interporto Toscano Amerigo Vespucci SpA” hanno annunciato i risultati positivi del 2023 e il completamento del progetto Cold Village, con il raddoppio del nuovo magazzino del freddo che sarà realizzato, con i fondi del PNRR, entro il 2026.

«I lavori per l’ammodernamento del Centro Congressi sono stati terminati dieci giorni fa» – ha detto il presidente Rocco Guido Nastasi intervenendo durante la cerimonia – «La sala è stata resa più comoda e più bella per un servizio che noi vogliamo offrire a tutte le aziende che hanno reso l’Interporto una realtà importante per quanto riguarda il territorio».

Il Centro congressi, situato nella Palazzina Colombo, è tra i primi edifici realizzati nell’infrastruttura interportuale nei primi anni 2000. «Necessitava quindi di interventi di ammodernamento sia per quanto riguarda gli ambienti che per il sistema idraulico» – ha specificato il presidente Nastasio a Corriere marittimo a margine dell’iniziativa.
Di fianco alla sala Congressi sono state, inoltre, realizzate due nuove salette, usufruendo di spazi precedentemente inutilizzati e destinate ad attiività varie: formazione e riunioni.

Saltta Interporto L'Interporto Vespucci rifà il look al Centro Congressi e raddoppia i magazzini del freddo

Sala Interporto L'Interporto Vespucci rifà il look al Centro Congressi e raddoppia i magazzini del freddo

Presenti all’inaugurazione oltre al presidente Nastasio, l’amministratore delegato della società, Raffaelo Cioni, il sindaco di Collesalvetti, Adelio Antolini, l’assessore a Porto e Innovazione del Comune di Livorno, Barbara Bonciani, per il Consiglio d’Amministrazione della società, Angelo Roma, il direttore generale dell’Interporto,  Claudio Bertini . Tra il pubblico la maggior parte degli operatori, tra gli altri: Antonio Maneschi, per Sogese SpA, Andrea Monti, Fabrizio Ceccherini, per Fratelli Colò e DB Group, Luca Colò, Monica Bellandi, Ruggero Morelli, per l’Autorità di Sistema Portuale Francesca Morucci, assente il presidente Guerrieri a  causa di una protesta in corso a Palazzo Rosciano con un uomo che si era incatenato all’ascensore.

LEGGI TUTTO
Migranti, interviene Musolino: "I porti italiani restano APERTI!"

Roma Nastasio

«Sappiamo che questo è stato un anno un po’ difficile per la logistica e per i volumi di merce movimentata, però per Interporto è stato un anno positivo» – E’ intervenuto l’amministratore delegato  Cioni – «Siamo partiti all’inizio dell’anno con l’inaugurazione del Motel Vespucci, abbiamo fatto la società di servizi che ha compiuto il primo anno di attività. Sotto la guida dell’ing. Claudio Bertini, abbiamo fatto un ottimo lavoro sia all’interno che all’esterno di Interporto, ad aprile abbiamo inaugurato il magazzino del freddo che è stato immediatamente operativo grazie alla società CSC. E chiudiamo l’anno con l’innaugurazione di questa struttura che vuole essere il segno di una apertura di Interporto all’esterno. Pensiamo che questa sia una struttura da valorizzare per convegni, iniziative e corsi di formazione. Ci teniamo a diventare un punto di riferimento non solo per interporto ma per la comunità livornese».

Dal punto di vista degli insediamenti, ha spiegato Cioni a margine dell’iniziativa sentito da CORRIERE MARITTIMO: «l’Interporto ha raggiunto il 100% dell’occupazione, rimangono disponibili poche decine di migliaia di metri quadri. In programma ci sono due nuovi insediamenti, due aziende di Autotrasporto» –  si tratta della Bertani Trasporti SpA e Trans Italia srl – «Il fatto che due aziende molto importanti di autotrasportatori decidano di insediarsi in un centro multimodale, dà il senso di come queste stiano pensando al futuro dell’autotrasporto, non è più solo su gomma ma anche su rotaie. Questo va nella direzione della sostenibilità e degli obiettivi europei per il 2030 e il 2050».

Il 2023 si chiude in maniera positiva per l’Interporto, le ulteriori prospettive di sviluppo con l’Autorità portuale,  prevedono a breve la conclusione degli accordi per la realizzazione da parte dell’AdSP e con i fondi del PNRR, di un magazzino del freddo, il secondo sull’area dell’Interporto, con cui si andrà a completare il Cold Village: «Questo è un ulteriore messaggio che l’Interporto si sta sviluppando» -sottolinea Cioni -«mettiamo a disposizione l’area acquistata dall’Autorità portuale e contribuiremo anche alla realizzazione del progetto. Il magazzino adesso entra nella fase operativa, abbiamo l’obiettivo pressante di completarlo entro giugno 2026, salvo l’opportunità di qualche proroga». Dopodichè l’Autorità portuale ne assegnerà la gestione tramite gara pubblica.

LEGGI TUTTO
Uiltrasporti: Registro internazionale estensione benefici, a rischio concorrenza il sistema logistico

«E’ un magazzino da 3mila pallet» conclude l’a.d. Cioni – «e  insieme al gemello in gestione a Csc ci porterà a raddoppiare, con 6 mila pallet, la capacità di Interporto. Una dimensioni importante per le richieste del congelato».

TDT

Let Expo 2024

Assoporti 50anni

Confindustria Livorno

 

Confitarma auguri

MSC Spadoni

AdSP Livorno

Toremar

Laghezza

MSC