lorenziniterminal
grimaldi
Digital & Technology > La tecnologia ferroviaria europea ERTMS presto anche in Italia – RFI, bando di gara di 2,7 mld

Spadoni

La tecnologia ferroviaria europea ERTMS presto anche in Italia - RFI, bando di gara di 2,7 mld

European Rail Traffic Management System (ERTMS) è il sistema tecnologico ferroviario che l'Europa ha scelto come linguaggio comune che garantisce l’interoperabilità tra i diversi operatori ferroviari nazionali, migliorandone le prestazioni e incrementandone la sicurezza.

ROMA - Il Gruppo FS Italiane si focalizza sul sistema ERTMS - European Rail Traffic Management System - il sistema tecnologico ferroviario che l'Europa ha scelto come linguaggio comune. Si tratta di un apparato di comando, controllo e segnalamento che garantisce l’interoperabilità tra i diversi operatori ferroviari nazionali, migliorandone le prestazioni e incrementandone la sicurezza.

A tal fine RFI, Rete Ferroviaria Italiana, ha pubblicato un bando di gara europeo del valore di 2,7 miliardi di euro per la progettazione e realizzazione del sistema ERTMS su tutto il territorio nazionale. Pertanto se da un lato RFI lavorerà sull'implementazione tecnologica dell'’infrastruttura, Trenitalia farà installare l’ERTMS sui propri treni, a tal fine Trenitalia ha ottenuto un contributo a fondo perduto di oltre 6 milioni per provvedere all'istallazione a bordo dei propri treni di tecnologia in grado di dialogare con il sistema ERTMS di cui sarà dotato l'infrastruttura ferroviaria.

La pubblicazione del bando di gara è in linea con gli impegni stabiliti dal PNRR che prevede di attrezzare, con la tecnologia ERTMS, 3.400 km di rete ferroviaria entro il 2026. A novembre RFI aveva già emesso un bando per 700 km di linee in Sicilia, Lazio, Abruzzo e Umbria.

Una volta terminata l’installazione, la rete italiana conterà circa 16.800 km dotati di ERTMS, con il rinnovo di tutto il sistema di comando, controllo e segnalamento.

Trenitalia, contributo a fondo perduto di oltre 6 milioni 

Dalla BEI arriverranno circa 4 milioni di euro che saranno impiegati per l’installazione dell’ERTMS su 76 treni ibridi regionali; Mentre da Cassa Depositi e Prestiti saranno finanziati 2,2 milioni di euro destinati all’aggiornamento del sistema sui treni Alta-Velocità, in tutto 12 convogli: di cui 7 convogli ETR 610 al servizio del traffico internazionale e transfrontaliero Italia-Svizzera-Germania e 5 convogli ETR 470 dedicati al traffico interno alla Grecia. I treni Alta Velocità saranno sottoposti ad upgrade tecnologico con l’installazione della versione più aggiornata del sistema di controllo della marcia del treno (ERTMS Baseline 3).

Post correlati

Ports of Genoa, dal 1 gennaio 2022 on line lo Sportello Unico Amministrativo (SUA)

GENOVA – L’AdSP del Mar Ligure Occidentale dal 1° gennaio 2022 darà avvio operativo allo Sportello Unico Amministrativo (SUA) che […]

Circle, progetto Waste2BioComp finanziato nell’ambito del programma europeo Horizon

Il progetto avrà un impatto significativo sulla riduzione dell’uso di materiali a base fossile nell’ambito dei settori industriali tessili, imballaggi […]

Porti dello Stretto: Attivato lo Sportello Unico Amministrativo – Iniziato il prercorso di digitalizzazione

Lo Sportello Unico Amministrativo (SUA) dell’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto è stato attivato sul sito istituzionale www.adspstrettto.it – Si […]


Leggi articolo precedente:
Gnv
GNV, commessa in Cina di 4 nuove navi ro-pax

La compagnia GNV, Grandi Navi Veloci, ha annunciato il  contratto con il cantiere cinese Guangzhou Shipyard International (GSI) per la...

Chiudi