Giachino (Saimare): “Cargo aereo, l’Italia perde entrate fiscali e lavoro logistico”

Cargo Aereo

«Che il sistema dei trasporti sia sottoposto complessivamente a 400 controlli di cui oltre 100 nei Porti ci segnala un rallentamento inutile nel nostro sistema logistico».
Un intervento di Mino Giachino, presidente Saimare, a commento del convegno digitale di ANAMA (Associazione Nazionale Agenti Merci Aeree) svolto stamani, per la presentazione del II° Rapporto dell’Osservatorio Cargo Aereo.

«La Logistica italiana non riesce ancora a fare il salto di qualità necessario a causa delle carenze infrastrutturali e del ritardo “mostruoso” nell’introduzione dello Sportello Unico dei Controlli, atteso ormai da 16 anni” – scrive il presidente di Saimare Mino Giachino – da quando fu istituito dal Governo Berlusconi e a quasi 5 anni dalla Riforma Delrio.

L’interessante convegno a cura della ANAMA è servito per apprezzare l’importanza del trasporto italiano e del trasporto aereo durante questa lunga pandemia, ma è anche servito per misurare come negli ultimi dieci anni sono state fatte tante parole ma la logistica Italia è sempre collocata al 19° posto nella logistica mondiale, mentre Germania e Olanda sono sempre ai primi posti, oltre a far capire quanto si possa fare di più per il cargo aereo italiano.

La Logistica pubblica italiana, perché quella privata delle aziende è molto efficiente, dipende dalle infrastrutture, dal funzionamento della burocrazia e dalla classifica delle priorità che si danno i vari governi oltreché dalla competenza dei governanti.

Anche nel cargo aereo, come nel cargo marittimo, l’Italia cede una quota importante del proprio traffico agli aeroporti europei, Francoforte in primis, perdendo così entrate fiscali e lavoro logistico.

Quando i manager ministeriali , meglio pagati degli uomini di Governo , dovrebbero spiegarci perché in questi dieci anni in cui sono calati gli investimenti nelle infrastrutture , la vendita Franco fabbrica e’ aumentata dal 60 al 70% penalizzando la logistica e i trasporti del nostro Paese.

LEGGI TUTTO
Conforti: I terminalisti devono investire, altrimenti muoiono

Sono soddisfatto che le due misure della intermodalita’ (Ferrobonus che inventai insieme a Piero Luzzati e le Autostrade del Mare e sbloccate tutte e due nel 2008.2009) nate tutte e due dai Governi Berlusconi vengano unanimente apprezzate dal mondo della logistica

In questa legislatura abbiamo certificato che i controlli del MIT sulle infrastrutture non hanno funzionato Con la tragica caduta del ponte Morandi, seguita a Novembre 2019 dalla caduta del viadotto sulla A6. Il Decreto Genova , la cosa più positiva del Governo giallo verde, ha consentito la velocissima ricostruzione del Ponte .

Per le infrastrutture sin qui la cosa più importante sono state le nostre Manifestazioni SITAV che hanno posto fine alla stagione dei NO anche se aspettiamo con ansia che ripartano gli investimenti e che termini la Via crucis sulle autostrade che portano e ripartono da Genova.una Via Crucis che al mondo dei trasporti e della logistica sta costando molto .
Nel convegno di ANAMA l’intervento più importante è stato quello del Direttore delle Dogane Minenna che ha più di altri compreso l’importanza di controlli veloci per la crescita dei traffici nella sicurezza nazionale, come auspicai sia da uomo di Governo che ora da uomo di azienda. Che il sistema dei trasporti sia sottoposto complessivamente a 400 controlli di cui oltre 100 nei Porti ci segnala un rallentamento inutile nel nostro sistema logistico».

«Curiosi i due dati dello Studio TRT» – conclude Giachino – «per chi deve scegliere il tipo di trasporto contano prima la affidabilità e la sicurezza e poi il costo. Per gli spedizionieri al primo posto c’è il costo seguito dal tempo e dalla affidabilità.
Molto interessanti gli interventi di Alessio Quaranta Direttore Enac, una garanzia per il settore, mentre aspettiamo dal dott. Lazzerini il nuovo Piano d’impresa della nuova Alitalia».

LEGGI TUTTO
Supply chain, la normalità è dietro l'angolo? Attenzione a previsioni troppo ottimistiche

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC