Logistic & Transport > DHL-Nobis: “Il Mezzogiorno è competitivo nel mercato internazionale”

DHL-Nobis: "Il Mezzogiorno è competitivo nel mercato internazionale"

Al convegno di ALIS a Napoli sul rilancio del Mezzogiorno: Intervista ad Alberto Nobis, amministratore delegato di DHL express Italia

NAPOLI - "Anche nel Mezzogiorno c'è possibilità di incremento e competitività per le aziende", questo è la testimonianza portata da Alberto Nobis, amministratore delegato di DHL express Italia al convegno sul tema “Il rilancio del Mezzogiorno attraverso la logistica intermodale e sostenibile”, organizzato a Napoli da ALIS, l'associazione per la logistica sostenibile, di cui è presidente Guido Grimaldi. DHL il gigante delle spedizioni internazionali via nave, ferro, treno e anche via aereo, è una delle 1700 imprese consociate ad ALIS che operano in ambito logistico. 

Secondo Nobis il Mezzogiorno ha un grande potenziale, la dimostrazione è che nel 2013 DHL ha aperto un gateway all'aroporto di Napoli raggiungendo, già nei primi sei mesi, risultati di crescita significativa, Abbiamo avuto la possibilità di crescere in maniera sostanziale molto più che in altre regioni d'Italia tanto che abbiamo raddoppiato i volumi.” (VIDEO)
Ci sono aziende nel Mezzogiorno che sono competitive nel mercato internazionale e globale, hanno prodotti ottimi, la nostra missione è quella di valorizzare il loro potenziale e farle arrivare in tutti i mercati del mondo. Questo è possibile anche nel sud a patto che si facciano gli investimenti giusti. Penso che ci siano le condizioni per poterlo fare e continuare a investire. Stiamo lavorando con l'aeroporto di Napoli per espandere il nostro gateway. E' necessario che gli investimenti infrastrutturali e i punti nodali, come l'aeroporto, siano collegati bene. Napoli è collegata molto bene con l'autostrada per la Puglia. Questa regione era un mercato storicamente in sofferenza, oggi invece possiamo collegare tutta la Puglia. A Lecce abbiamo clienti importanti come lo stabilimento CNH di IVECO che riusciamo a collegare in 24 ore, è per noi grande soddisfazione”.

Lucia Nappi

Post correlati

Crollo Genova: Allarme ponti, viadotti e gallerie, 46 mila opere con poche risorse per la prevenzione

La rete infrastrutturale nazionale formata da ponti, viadotti e gallerie è composta da più di 46 mila elementi, circa 30 […]

In Italia ponti e viadotti vecchi di 50 anni con alto livello di rischio crollo

Parla Maurizio Crispino, docente di Costruzioni strade e ferrovie del Politecnico di Milano: “La pratica dei controlli non è diffusa. Necessari […]

Crollo ponte di Genova, Toninelli: “Sapere immediatamente se ci sono altre situazioni di rischio crollo in Italia”

GENOVA – “Si profila una immane tragedia”. “Situazione di difficoltà incredibile, tutte le forze dell’ordine stanno accorrendo da tutte le […]


Leggi articolo precedente:
Spezia e Marina di Carrara, positivi i primi 6 mesi

AdSP Mar Ligure Orientale, sei mesi di attività e prospettive future. Intenso lavoro su più fronti. Traffici a +14% alla...

Chiudi