lorenziniterminal
grimaldi
Logistic & Transport > Assologistica: Urge presa di posizione normativa su TARI

Assologistica: Urge presa di posizione normativa su TARI

LE DICHIARAZIONI DI ANDREA GENTILE, PRESIDENTE DI ASSOLOGISTICA

MILANO- I tempi sono maturi per un definitivo chiarimento normativo sulla tassazione delle utenze industriali e logistiche, che da anni rappresenta per gli operatori del nostro settore una sorta di gabella incomprensibile e soprattutto onerosa, visto che non solo essi sono tenuti a smaltire a proprie spese rifiuti affidandosi a imprese specializzate, ma devono anche pagare la Tari-Tassa Rifiuti, dal momento che le Amministrazioni comunali “assimilano” ai rifiuti urbani quanto prodotto dalle imprese, compresi i rifiuti speciali che le stesse Amministrazioni non sono però in grado di smaltire. Il tutto con esborsi economici di fatto raddoppiati e sempre più insostenibili”. E’ questo il monito ai Decisori politici lanciato da Andrea Gentile, presidente di Assologistica, che auspica che la presa di posizione normativa da parte del Legislatore avvenga prima della pausa estiva.
 
L’Associazione è da tempo mobilitata a più livelli nel trovare una soluzione a questa situazione assurda in virtù della quale chi genera rifiuti speciali (bancali, imballaggi, ecc.) non solo è tenuto a smaltirli a proprie cura e spese, ma deve anche versare al Comune competente da un punto di vista territoriale l’imposta di smaltimento per un servizio di cui di fatto non gode.
“In attesa che venga licenziata la versione finale del decreto che stabilità i criteri uniformi di assimilazione – spiega Gentile - ricordiamo che Assologistica in fase di consultazione ha fatto presenti le necessità della categoria sia attraverso le osservazioni al decreto, sia con incontri mirati coi referenti politici che seguono l’iter del progetto del decreto”.

 

Post correlati

Nuovo servizio intermodale di Metrocargo Italia per 12mila tonn. di barbabietole

Metrocargo Italia operatore di trasporto multimodale che collega quotidianamente l’Italia alla Francia attraverso Ventimiglia, ha annunciato il nuovo servizio multimodale […]

La Spagna verso il divieto di carico/scarico merci per gli autisti di Tir

Il mancato rispetto della normativa comporterà  il rischio di sanzioni  fino a 4.600 euro. MADRID– Con regio decreto-legge approvato nel […]

Nel porto di Livorno cresce il traffico ferroviario +56,2% nel primo semestre 2022

LIVORNO – Forte crescita del traffico ferroviario nel porto di Livorno che chiude il primo semestre 2022 con un incremento […]


Leggi articolo precedente:
Porto Salerno Propeller Club
L’arbitrato marittimo, risoluzione delle controversie

SALERNO - “Arbitrato marittimo – strumento di risoluzione delle controversie in campo marittimo e portuale”. Questo il titolo del workshop che...

Chiudi