8° Forum Conftrasporto, Uggé: Transizione energetica, puntare sui bio-carburanti

Uggè: "Il principio che muove le considerazioni sull’elettrico è di una miopia imbarazzante"
Conftrasporto

Oggi a Roma la seconda giornata del Forum Conftrasporto-Confcommercio CARBURANTI NEUTRI, Presenti i ministri Matteo Salvini e Antonio Tajani

Con il voto di martedì scorso, il Parlamento europeo ha riconosciuto la ‘bontà’ dei carburanti neutri nella transizione ecologica.

Il presidente Fai-Conftrasporto, Paolo Uggè, che aveva recentemente invitato i Parlamentari Europei a puntare sui bio-carburanti all’interno dei carburanti neutri nel voto al testo sulle emissioni dei veicoli pesanti, ha espresso la propria soddisfazione. Lo ha fatto a margine del Forum di Conftrasporto, la due giorni sui Trasporti Internazionali che si chiuderà oggi a Roma, alla presenza dei vicepremier Matteo Salvini e Antonio Tajani.

Con i suoi interventi, pubblicati anche recentemente nelle pagine dei quotidiani, il presidente della Federazione degli Autotrasportatori Italiani ha sempre parlato della corsa all’elettrico come unica alternativa ai motori a combustione come di un ‘bluff’.

“Il Parlamento Europeo ci ha dato ragione, e ha approvato la proposta di Massimiliano Salini di Forza Italia – commenta Uggè – Di questo possiamo essere contenti, e ringraziamo tutti i Parlamentari italiani, di tutte le forze politiche, che hanno voluto appoggiare questa proposta”.

Il principio che muove le considerazioni sull’elettrico è di una miopia imbarazzante – prosegue il presidente Fai-Conftrasporto – L’attuale metodo utilizzato per calcolare le emissioni di un camion è il cosiddetto “tank to wheel” (dal serbatoio alla ruota), un calcolo semplice ma fuorviante perché non tiene conto di quello che c’è a monte e che fa sì che le emissioni di anidride carbonica di un mezzo elettrico siano sempre pari a zero. Se invece si considerasse tutto il processo, “from well to wheel” (dal pozzo di petrolio alla ruota), le emissioni di Co2 dei camion elettrici o alimentati a idrogeno non sarebbero più pari a zero, e se si usassero centrali a carbone per produrre ‘quel’ tipo di alimentazione, l’impatto ambientale sarebbe ancora peggiore”.

LEGGI TUTTO
Sindacati: Chiusura ai mezzi pesanti autostrada Sestri Levante-Lavagna, "situazione insostenibile"

“Le emissioni dei veicoli elettrici sono zero se, e solo se, l’energia per ricaricare è prodotta da fonti rinnovabili, ma questo non è scontato, né possibile da praticare ovunque”, precisa Uggè.

“Auspichiamo che in fase di negoziazione si migliori sempre più il testo a difesa di una sana politica per l’ambiente, e sconfidiamo in un’intesa tra tutte le forze politiche perché su questi temi non ci devono essere contrapposizioni ideologiche o partitiche”, conclude il presidente Fai-Conftrasporto.

TDT

Let Expo 2024

Assoporti 50anni

Confindustria Livorno

 

Confitarma auguri

MSC Spadoni

AdSP Livorno

Toremar

Laghezza

MSC