lorenziniterminal
grimaldi
Environment - Sustainability > Caro energia e materie prime, Regione Toscana avvia Tavolo con le associazioni di categoria

Caro energia e materie prime, Regione Toscana avvia Tavolo con le associazioni di categoria

Regione Toscana, Tavolo su caro energia e materie prime - Promuovere azioni condivise per arginare i disagi del sistema economico e sociale - Fronte comune, eventualmente coinvolgendo anche altre Regioni, nei confronti del governo.

FIRENZE - La Regione Toscana ha avviato un tavolo su caro energia e materie prime insieme alle associazioni di categoria. Ad annunciarlo il governatore della Toscana Eugenio Giani, che sottolinea “la necessità di promuovere azioni condivise per arginare al massimo i disagi sopportati in questo momento dal sistema economico e sociale”. La prima riunione è in programma il prossimo 21 ottobre.

“La situazione delicata che si trovano ad affrontare le imprese – aggiunge Giani -, in molti casi costrette a rallentare o chiudere l’attività a causa di bollette triplicate o quadruplicate, così come i disagi che stanno sperimentando molte famiglie per lo stesso motivo, impongono l’adozione di azioni comuni e concertate. Per questo motivo ho deciso insieme alle associazioni di categoria di aprire un tavolo che servirà per valutare periodicamente lo stato del costo di energia e materie prime e assumere le azioni ed i provvedimenti più opportuni. Al tavolo siederanno anche soggetti tecnici”.

Il tavolo servirà anche per creare un fronte comune, eventualmente coinvolgendo anche altre Regioni, nei confronti del governo. “Come avviene in altri Paesi – prosegue il presidente -, anche l’Italia deve farsi concretamente carico di questo momento complicato, stanziando risorse straordinarie, non credo si possa attendere oltre. Da parte nostra abbiamo già messo sul piatto risorse importanti per dare un aiuto a tante associazioni sportive dilettantistiche; stiamo lavorando ad altri provvedimenti analoghi per alleviare i disagi di altri settori. Inoltre – conclude Giani - stiamo accelerando sul versante della transizione energetica in modo da ridurre importazione e consumo di combustibili fossili e favorire nuovi modelli di produzione energetica a partire dalle rinnovabili e dallo sviluppo delle comunità energetiche”.

Post correlati

Merlo al ministero del Mare: “Cambiamento climatico e protezione coste, attivare un Piano”

Urgente l‘attivazione di piano di protezione delle coste e di monitoraggio degli effetti del cambiamento climatico sui nostri mari, è […]

COP27: “Il trasporto marittimo non si può decarbonizzare senza i suoi lavoratori”

Il trasporto marittimo per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione dovrá passare  attraverso la formazione dei propri lavoratori.  800.000 marittimi richiederanno una […]

Wartsila Italia, i sindacati chiedono certezze sul futuro dello stabilimento di Genova

Wartsila Italia – I sindacati chiedendo maggiori certezze sugli stabilimenti italiani con particolare riferimento a quello di Genova. FIOM Cgil […]


Leggi articolo precedente:
Guerrieri Onorato
Assarmatori a Livorno/ Guerrieri – Onorato: “Porti e Traffici, la vera ripresa è ancora da venire”

Assarmatori a Livorno incontra il cluster portuale Toscano - Guerrieri, presidente AdSP: "Un 2022 in crescita ma la vera ripresa...

Chiudi