La Spezia, siglato con le compagnie da crociera l’accordo di sostenibilità ambientale “Blue Flag”

Blue Flag

È stato sottoscritto oggi presso la sede del terminal crociere della Spezia l’accordo volontario “Blue Flag”, finalizzato a ridurre l’impatto ambientale delle navi da crociera che giungono ed ormeggiano alla Spezia.

A firmare l’accordo: Pierluigi Peracchini, sindaco del Comune; Mario Sommariva, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale; Alessandro Ducci, comandante della Capitaneria di Porto; Davide Triacca per Costa Crociere e per tutto il gruppo Carnival Corporation; Michele Francioni per MSC Cruises; Alessandro Carollo di Royal Caribbean Group in rappresentanza di Royal Caribbean International, Silversea, TUI, Hapag Lloyd e Celebrity Cruises.

Il protocollo rinnova e rafforza quello sottoscritto nel 2019, che aveva già conseguito in questi anni risultati più che soddisfacenti. Il nuovo accordo prevede l’utilizzo di carburanti con tenore di zolfo non superiore allo 0,10 in massa non solo all’ormeggio, ma anche in fase di manovra e avvicinamento al porto. Vengono rafforzati i controlli per ciò che concerne le emissioni di Nox (ossidi di azoto) e la Capitaneria di Porto si impegna a pubblicare trimestralmente sul proprio sito il numero di controlli ed i relativi esiti eseguiti sui combustibili utilizzati dalle navi.

Inoltre, è previsto l’inserimento del ruolo del Comune della Spezia attraverso un Tavolo Tecnico che sigla la collaborazione tra istituzioni, enti tecnici e terminal crociere, per tenere costantemente sotto controllo il fenomeno ed avere un punto di contatto con le Compagnie. Viene anche ribadito che l’Autorità Portuale si impegna alla realizzazione dell’elettrificazione delle banchine entro il 2025 per il Garibaldi Ovest. Anche il nuovo Molo Crociere, realizzato dall’AdSP, sarà dotato di infrastrutture per il cold ironing.

LEGGI TUTTO
Propeller Club Livorno, oggi il Workshop sulla situazione della portualità

“Un altro importante passo in avanti sulla strada della mitigazione ambientale immediata e della progressiva decarbonizzazione. E’ molto importante che, proprio dalle compagnie di navigazione, partano iniziative ed impegni per far crescere la sostenibilità ambientale del traffico crocieristico. Mi pare una strada tracciata lungo il percorso che ci porterà all’utilizzo di combustibili alternativi ed alla fornitura di elettricità da terra (cold ironing)”, ha detto il presidente dell’AdSP, Mario Sommariva.

Il comandante della Capitaneria di Porto, Alessandro Ducci:”L’accordo di oggi è una tappa importante in quanto impegna volontariamente le compagnie da crociera che scalano il porto spezzino ad adeguarsi alla normativa vigente, garantendo le operazioni di cambio di combustibile con lo 0,1 per cento in massa di zolfo ben prima di impegnare lo schema di separazione del traffico. E’ ovvio che la maggior parte delle navi che arrivano alla Spezia si considerano già conformi all’accordo, in quanto dichiarano di utilizzare lo scrubber, il sistema di lavaggio delle emissioni, oppure sono alimentate da combustibili alternativi che già di per sé garantiscono la decarbonizzazione”.

Le compagnie firmatarie hanno dichiarato in modo congiunto che questo accordo rinnova ed aumenta l’impegno per la tutela della città e del suo territorio. “La firma del Blue Flag, in cui si assumono impegni ancor più stringenti che in passato, testimonia che tale impegno cresce costantemente, oltretutto in modo volontario e nel rispetto di standard ambientali sempre più stringenti delle regole in vigore. Il comparto crocieristico, in ambito marittimo, è infatti all’avanguardia per ciò che concerne la sostenibilità e il rispetto dell’ambiente e continua a investire in tecnologie ambientali innovative, a collaborare con i luoghi di destinazione per un turismo sostenibile e a cercare sempre nuove soluzioni per migliorare le proprie performance ambientali. Alla Spezia, per esempio, si sta lavorando per realizzare al più presto l’elettrificazione delle banchine, che confidiamo possa essere ultimata quanto prima, così da spegnere i motori una volta che le navi sono all’ancora”.

LEGGI TUTTO
Bruxelles: Sicurezza della navigazione in UE, il pilota di porto professionalità insostituibile

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC