lorenziniterminal
grimaldi
Energy > Energie rinnovabili – Al Key Energy la presentazione dei sistemi ORC ElectraTherm, BITZER Group

Energie rinnovabili - Al Key Energy la presentazione dei sistemi ORC ElectraTherm, BITZER Group

RIMINI - Sostenibilità ambientale - Nell'ambito del Key Energy, The renewable Energy Expo, la fiera di riferimento su energie rinnovabili, sistemi di accumulo ed efficienza energetica, che si terrà a Rimini dall’8 all’11 novembre, saranno presentati al Padiglione B5 – Stand 172 i sistemi ORC di ElectraTherm, società fondata nel 2005 ed entrata a far parte del gruppo BITZER a partire dal 2016, insieme ad altre soluzioni di efficienza energetica del Gruppo.

ElectraTherm vanta oltre 15 anni di esperienza nella progettazione e nella realizzazione con tecnologia proprietaria di sistemi ORC - Organic Rankine Cycle, centinaia di installazioni in tutto il mondo e oltre 2.000.000 di ore cumulate di funzionamento dei propri impianti. Tali strutture sfruttano le proprietà termodinamiche di un fluido organico in grado di evaporare a basse temperature e a pressioni vicine a quella atmosferica, consentendo di sfruttare al meglio il potenziale energetico presente in sorgenti di calore che normalmente non si presterebbero a particolari utilizzi, al fine di generare energia elettrica rinnovabile, particolarmente adatta alla generazione distribuita e all’autoconsumo.

Durante la fiera Key Energy saranno presentate due soluzioni di ElectraTherm: POWER+ GENERATOR PM75, in grado di gestire un carico termico fino a 1300 kWh e generare una potenza massima di 75 kW elettrici e POWER+ GENERATOR 6500B / 6500B+ in grado di gestire un carico termico fino a 2200 kWh e generare una potenza massima di 125 kW elettrici. Entrambe le soluzioni sono versatili, flessibili e adattabili a diversi settori di applicazione. In ambito industriale vengono utilizzate a corredo di impianti per la generazione di vapore, di energia elettrica, e termica, anche in assetto cogenerativo, nella valorizzazione del calore di scarto di processi produttivi e del trattamento delle acque reflue; in ambito agricolo trovano invece applicazione a corredo di impianti a biogas o impianti a biomasse. Altre particolari applicazioni nelle quali i sistemi di ElectraTherm possono essere installati sono gli impianti di estrazione dei combustibili fossili (connessi alla pratica del gas flaring) e gli impianti geotermici, grazie a cui è possibile sfruttare una fonte calda presente nel sottosuolo.

Le soluzioni di ElectraTherm offrono vantaggi unici, permettendo di sfruttare in modo ottimale il calore di scarto altrimenti non riutilizzabile. La produzione di energia elettrica rinnovabile a partire da una fonte energetica altrimenti dissipata, infatti, assicura al cliente una soluzione sostenibile e alternativa al prelievo di energia elettrica da rete, riducendone al contempo l’impronta ecologica.

L’installazione di un impianto ORC, inoltre, permette la richiesta dei Titoli di Efficienza Energetica e l’autoproduzione di energia garantisce una notevole riduzione dei costi di approvvigionamento.

L’installazione degli impianti, adattabili a molteplici contesti e alle diverse esigenze dei clienti, è semplice, poco invasiva e rapida.

Infine, grazie a un solido know-how interno sviluppato negli anni, agli elevati standard di qualità BITZER al quale sono sottoposti e all’innovativo programma di manutenzione preventiva e predittiva, i componenti di impianto sono altamente affidabili in termini di garanzie di performance.

Recuperare calore di scarto per incrementare la produzione di energia elettrica rinnovabile nei settori più energivori è, quindi, il principio alla base delle soluzioni proposte da ElectraTherm: questo può non soltanto migliorare l’impatto ambientale ma anche ridurre i costi energetici di un’azienda.

Post correlati

Assarmatori nella nuova Alleanza UE sui carburanti rinnovabili e a basse emissioni

Bruxelles – “Assicurare la disponibilità su larga scala e a costi accessibili dei nuovi carburanti puliti per il trasporto marittimo, […]

ANALISI / Decarbonizzazione, sfide del trasporto marittimo nazionale ed obiettivi

La decarbonizzazione é sicuramanete la maggiore sfida in atto nell’industria dello shipping nazionale, oltre che internazionale. Le proposte normative avanzate […]

COP27: “Il trasporto marittimo non si può decarbonizzare senza i suoi lavoratori”

Il trasporto marittimo per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione dovrá passare  attraverso la formazione dei propri lavoratori.  800.000 marittimi richiederanno una […]


Leggi articolo precedente:
Noli container continua la discesa -3%, ma ancora +115% sui tassi prepandemici

L'ultimo aggiornamento del WCI, World Container Index, di Drewry conferma la discesa dei noli marittimi dei container, l'indice composito è...

Chiudi