lorenziniterminal
grimaldi
Shipping > ZIM torna a Livorno con la linea Sud America

ZIM torna a Livorno con la linea Sud America

LIVORNO -Il matrimonio tra ZIM e Livorno s'ha da fare. Dopo una brevissima pausa la storica linea operata con il sud America torna a sbarcare sulle banchine del porto toscano, Darsena Toscana sponda est, Terminal Lorenzini.
 
Un matrimonio che si rafforza quello tra la compagnia israeliana e il Terminal Lorenzini. Infatti dopo una breve pausa, tra ottobre e novembre, la compagnia che operava la linea in joint con altri operatori (Msc, Hamburg Sud, Maersk) aveva deciso di spostarsi su Genova, adesso è ritornata ed ha rafforzato il proprio legame con il porto con un servizio settimanale con 5 navi che arriveranno ogni lunedì per ripartire il martedì.
 
"Gli altri porti  devono prendere esempio dal coraggio e dalla determinazione di Livorno perché sempre più spesso dovremo trovare soluzioni coraggiose per poter operare con navi sempre più grandi in porti costruiti 150-200 anni fa per flotte che non superavano i 150 metri”.  
Queste le parole chiave dell'armatore della compagnia ginevrina MSC, Gianluigi Aponte, intervenuto il 6 novembre scorso  a Livorno ad assistere alla manovra di ingresso in porto della mega ship "MSC Vita" (9000 TEU) autorizzata ad attraccare in Darsena Toscana, nonostante i regolamenti in porto non ne prevedessero la possibilità di accesso a causa proprio delle dimensioni della nave.
 
L'arrivo di vettori da 9000 TEU a Livorno, come sottolineato da Aponte, apre quindi nuove possibilitá per lo scalo che, per sopravvivere nell'attesa della Darsena Europa, ha messo in atto competenze e professionalità in grado di superare i limiti oggettivi del porto.  Questo il motivo che ha riportato sulle banchine labroniche i taffici di ZIM mentre già si preparano a ritornare anche i contenitori di Hapag Lloyd in joint con MSC.
 
Adesso il prossimo step per il presidente dell'Authority, Stefano Corsini, é intervenire quanto prima per l'allargamento del canale di accesso al porto che è l'elemento chiave per l'accesso di navi di grandi dimensioni.
 
Lucia Nappi

Post correlati

Una nave su tre trasporta Oil&gas, il boom di GNL e della rotta artica – Studio SRM “Med & Italian Energy”

Una nave su tre trasporta Oil&gas: pari a 3,1 mlrd di tonn. di cui 60% petrolio e derivati e 40% […]

Fincantieri taglio della prima lamiera per Windstar Cruises, contratto da 250 milioni

Progetto Star Plus per l’allungamento, la sostituzione dell’apparato motore e l’ammodernamento di tre unità della flotta Windstar Cruises ad opera […]

Giovani Armatori di Confitarma: Il trasporto marittimo eco-compatibile

GENOVA– Il Gruppo Giovani Armatori di Confitarma si è riunito oggi a Genova presso il Museo del mare per un incontro sul tema sui combustibili a basso contenuto […]


Leggi articolo precedente:
Trieste, Molo V: In arrivo l’imponente gru transtainer, alta 12 mt e larga 50mt

In via di completamento i lavori del  Samer Seaports & Terminals, un investimento privato di oltre 10 mln di euro.  ...

Chiudi