Intervista / Leonardo Massa: “L’investimento di MSC su Livorno cresce da 50 anni”

Leonardo Massa

Incontro con Leoanardo Massa, country manager MSC Crociere Italia: “Sono oltre 50 anni che il Gruppo MSC investe a Livorno”, oltre alle crociere investimenti in molti settori: il cargo, l’attività terminalistica con Lorenzini, i traghetti con GNV e infine la partecipazione nella Porto Livorno 2000.

di Lucia Nappi

LIVORNO – La storia dell’investimento del Gruppo MSC su Livorno parte da molto lontano, la racconta Leonardo Massa, country manager MSC Crociere Italia, incontrato a margine del convegno sullo studio del traffico crocieristico a Livorno. “Sono oltre 50 anni che il Gruppo MSC investe a Livorno, con l’agenzia Spadoni nel mondo del cargo ed oggi i nostri investimenti sono in molti settori, oltre alle crociere, innanzi tutto il cargo, ma anche come attività terminalistica con Lorenzini, i traghetti con G.N.V. che continuerà ad impegnarsi a crescere nella città di Livorno.” 

L’ingresso di MSC nell’azionariato di Lorenzini & C è una operazione avvenuta nel luglio 2014, con l’acquisizione del 33% delle quote.  Ne hanno seguito gli investimenti nei 24 mesi successivi, l’arrivo in banchina di 9 nuovi mezzi di sollevamento, sono le 5 gru mobili modello G HMK e le 4 gru RTG. Il 2017 e l’anno in corso registrano un’importante aumento dei traffici sulle banchine del terminal livornese, in virtù della nuova regolamentazione del traffico portuale, emanata a fine febbraio scorso dall’Autorità marittima, insieme ai lavori di ampliamento del canale di accesso e il dragaggio dei fondali dell’imboccatura del porto, che hanno consentito l’accesso di navi di maggiori dimensioni (fino a 9 mila Teu ).

“Focalizzando l’attenzione sulle crociere,” – continua a spiegare Massa – “questi anni sono particolarmente importanti, nel 2018  abbiamo posizionato a Livorno MSC Opera una unità da oltre 3 mila ospiti, dove abbiamo deciso di fare di Livorno home porting delle crociere che da qui settimanalmente partono. Il prossimo anno dedicheremo una nave più grande, il doppio, MSC Fantasia. Pertanto crescerà lo spazio destinato a fare da home porting su Livorno e aumenteranno gli investimenti”

Per il 2019 MSC  prevede infatti di far transitare a Livorno più di 125 mila crocieristi, un dato più che raddoppiato rispetto al 2018 (+142%), grazie a una programmazione complessiva sul porto labronico di 33 scali. Come annunciato dal Gruppo ginevrino, la partenza da Livorno sarà ogni venerdì, a partire dallla data del 26 aprile 2019, con tappe a Genova, Marsiglia, le isole Baleari Palma di Maiorca e Ibiza, per concludere l’itinerario con la sosta inedita a Napoli per l’intera giornata.

LEGGI TUTTO
Livorno, Microtunnel a fine anno la consegna all'Enel per interrare le tubazioni

“Ma il nostro interesse per Livorno nel settore delle crociere non prevede solo questo” – aggiunge il country manager del Gruppo armatoriale ginevrino siamo anche entrati in cordata con la  Livorno Porto 2000, nelle crociere adesso stiamo dando addirittura una acceleramento”. Massa si riferisce all’aggiudicazione definitiva per la Porto di Livorno 2000, la società che nel porto toscano gestisce il traffico crocieristico, dei traghetti e i servizi di accoglienza ai passeggeri, per un totale di 3 milioni di persone. Il procedimento per la vendita, ultimato nel luglio scorso, ha visto il passaggio del 66% delle quote azionarie all’ATI composta da Sinergest Olbia Spa, Moby, LTM e Marinvest (MSC). “Evidentemente il nostro investimento su Livorno crescerà ancora– conclude Massa – ” porto in cui  crediamo da sempre”.

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC