lorenziniterminal
grimaldi
Energy > Il Regno Unito importa GNL dall’Australia – Effetto “disperato” della crisi energetica europea

Il Regno Unito importa GNL dall'Australia - Effetto "disperato" della crisi energetica europea

La crisi energetica europea ha spinto il Regno Unito ad importare un carico di GNL dall'Australia. La nave tanker "LNG Attalos", battente bandiera di Malta, per una capacità di 174062 metri cubi, è partita con il carico di GNL dal North West Shelf Project australiano, il più grande progetto di sviluppo delle risorse del Paese, ed è attualmente in navigazione verso il Regno Unito, diretta al terminal dell'Isola di Grain, a est di Londra, dove arriverà il 22 agosto. 

Come evidenziato da Bloomberg, si tratta della prima volta, almeno negli ultimi sei anni, che il Regno Unito importa GNL dall'Australia, fenomeno che mette in luce l'evoluzione del mercato del GNL ma anche  evidenzia una sorta di "disperazione" britannica - sottolinea Bloomberg - alle prese con la peggiore crisi energetica europea degli ultimi decenni.

I carichi australiani di GNL generalmente seguono le rotte dei tre maggiori Paesi importatori: Giappone, Cina e Corea del Sud, mentre il Regno Unito e l'Europa continentale importano GNL da Qatar, Stati Uniti e Perù, nella parte occidentale del Sud America. Quest'anno l'Europa ha importato dagli Stati Uniti due carichi di GNL su tre, rispetto allo scorso anno quando le importazioni sono state di un carico su tre. Dal 2016 l'Australia non aveva spedito in Europa neppure un carico di LNG.

Sebbene la rete britannica di gas sia separata dalla rete del continente, le due infrastrutture sono strettamente collegate tra loro dai gasdotti, il Regno Unito ha pochi depositi nazionali ed invia il gas in eccesso attraverso i suoi gasdotti in Unione Europea. L'impennata dei prezzi del gas in Europa e nel Regno Unito, causata anche dal blocco russo ai gasdotti europei, oltre ad una debole domanda cinese,  ha spinto i venditori e i produttori a puntare l'offerta globale verso i mercati europei più quotati.

Il viaggio della nave LNG Attalos

Il complesso viaggio dall'Australia al Regno Unito ha comportato un trasferimento da nave a nave in Malesia, la nave Attalos ha ricevuto un carico parziale di GNL dalla nave Patris in Malesia a luglio, prima di allora, il Patris ha caricato a North West Shelf in Australia e il restante carico è stato trasferito in Corea del Sud. La nave secondo i dati di localizzazione di Marine Traffic, in questo momento si trova al largo della costa portoghese in prossimità di Porto.

Post correlati

Produrre idrogeno green in aree industriali dismesse – Focus gruop Confindustria LI MS-Regione

LIVORNO – Focus group sulla transizione energetica a Livorno – Si è insediato il Focus group dedicato alla transizione energetica […]

L’emiratina AD Ports fornirá servizi petroliferi offshore in Mar Caspio e Mar Nero

ABU DHABI – Il colosso logistico e portuale con sede ad Abu Dhabi, AD Ports Group, ha siglato un accordo […]

Porti dell’Alto Tirreno, il cold ironing è una certezza – 77,5 milioni di euro e tre anni di lavori

Livorno, presentata la road map per arrivare a fornire l’energia elettrica alle navi che approdano in banchina. LIVORNO – Cold […]