Shipping > Grimaldi-Minoan Lines esce da Hellenic e cede ad Attica

Grimaldi-Minoan Lines esce da Hellenic e cede ad Attica

NAPOLI - Grimaldi esce dalla partita per l'acquisizione della maggioranza di Hellenic Seaways a un paio di mesi dall'accordo tra Piraeus Bank e Attica Holdings.
 
A fine agosto il gruppo armatoriale greco Attica Holdings infatti aveva stretto stretto un accordo con la Piraeus Bank per acquisire la maggioranza di Hellenic Seaways, al costo di 30,61 milioni di euro, più un aumento di capitale con l'emissione di 24,1 milioni di nuove azioni per acquisire infine 39 milioni di azioni di Attica, pari al 50,3% del capitale.
 
Minoan Lines, compagnia controllata del gruppo napoletano, uscirà da Hellenic, cedendo il proprio 48,53% (quota di minoranza) ad Attica al costo di 78,5 milioni di euro inoltre cederà i due traghetti, Highspeed 7 - costruita nel 2005-  e Superfast XII del 2002 - che verranno acquisiti da Grimaldi. Il traghetto Highspeed confluirà nelle flotta Minoan, mentre non è ancora precisato il traghetto Superfast VII, in quale flotta andrà. Attica acquisirà un totale di 37,6 milioni di azioni.
 
Minoan informa che l'accordo, «porterà beneficio alla società e razionalizzerà il mercato domestico dei traghetti in Grecia consentendo anche di mantenere un corretto livello di concorrenza nel settore».
 
L'accordo di agosto tra Attica e Piaeus Bank prevede l'acquisizione del 50,3 per cento delle quote di Hellenic. Alla fine dell'operazione Attica avrà il 98,83 per cento delle azioni.

Post correlati

CMA CGM – CEVA: Via libera della Commissione europea all’acquisizione

CMA CGM ha ottenuto il via libera della Commissione europea per l’acquisizione del 24,99% delle quote azionarie della società svizzera […]

Fincantieri, varo della nave “Seven Seas Splendor” ad Ancona

Fincantieri vara la seconda nave per la compagnia armatoriale Regent Seven Seas Cruises, brand del gruppo Norwegian Cruise Line Holdings […]

INTERVISTA/Alessandro Onorato: Porti e armatori, sfide presenti e future

Parla l’armatore Alessandro Onorato:  La portualità italiana oggi “regge alle sfide anche grazie, alla posizione geografica”. Ma in futuro saranno […]


Leggi articolo precedente:
Delrio: “Porti e interporti da soli non sono competitivi” – Stati Generali della Logistica Nord Est

di Lucia Nappi   VENEZIA- “Se l'area del Nord Est d'Italia ragiona come un sistema unitario, produrrà la somma. È...

Chiudi