Privatizzazione Porto 2000, nessuna lesione della par condicio

LIVORNO– Nella gara per la privatizzazione di Porto di Livorno 2000, la società di gestione del terminal crociere dello scalo labronico, “non c’è stata alcuna lesione della par condicio” questo è quanto affermano Giuliano Gallanti, commissario dell’Autorità portuale e Massimo Provinciali, segretario generale dell’Authority e presidente della società terminalistica; «Porto 2000 ha continuato ad esercitare la propria attività commerciale, proseguendo o acquisendo collaborazioni con le principali linee di navigazione, sia crociere che traghetti, tra le quali anche la compagnia di navigazione di cui codesta società è mandataria».

La risposta è diretta a Sinergest, la società che gestisce la stazione marittima di Olbia e che concorre al bando per l’acquisizione della maggioranza del porto passeggeri di labronico. Sinergest (detenuta al 51% da Moby Spa) nei giorni scorsi aveva inviato una raccomandata a palazzo Rosciano con cui accusava l’Ente di «lesione della par condicio dei concorrenti». Il motivo? Secondo Sinergest il ritardo dell’inserimento di dati riservati e confidenziali, inerenti l’operazione in corso, fatto che avrebbe dato un vantaggio ad uno dei concorrenti alla gara: il gruppo  Carnival.

Alla società rispondono Gallanti e Provinciali: «E’ di tutta evidenza che tali rapporti commerciali comportano la detenzione in capo a Porto 2000 di informazioni sensibili rispetto a cui vige tra le parti un vincolo di riservatezza. Il tempo trascorso tra la richiesta di accesso ai contenuti dell’accordo con il gruppo Carnival e la sua pubblicazione è stato speso in approfondimenti tecnico- legali tesi a individuare il punto di equilibrio tra il diritto all’informazione dei concorrenti e il diritto alla riservatezza dei clienti esame infine risolto a vantaggio dei primi, tanto che i contenuti dell’accordo sono stati inseriti nella data room e che è stata conseguentemente disposta una proroga del termine di presentazione delle offerte»

LEGGI TUTTO
Gioia Tauro, rilancio portuale - Prosegue la pubblicazione dei bandi

rapporti commerciali comportano la detenzione in capo a Porto 2000 di informazioni sensibili rispetto a cui vige tra le parti un vincolo di riservatezza», continuano Gallanti e Provinciali- «Il tempo trascorso, tra la richiesta di accesso ai contenuti dell’accordo con il gruppo Carnival e la sua pubblicazione, è stato speso in approfondimenti tecnico- legali tesi a individuare il punto di equilibrio tra il diritto all’informazione dei concorrenti e il diritto alla riservatezza dei clienti esame infine risolto a vantaggio dei primi, tanto che i contenuti dell’accordo sono stati inseriti nella data room e che è stata conseguentemente disposta una proroga del termine di presentazione delle offerte»

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC