Ports > Livorno, Corsini: “Avanti con i lavori, il Microtunnel sarà pronto entro l’estate”

Livorno, Corsini: "Avanti con i lavori, il Microtunnel sarà pronto entro l’estate"

L’intervento del presidente dell’Adsp durante una conferenza stampa organizzata dalla Capitaneria di porto - "Il Microtunnel sarà pronto entro l’estate - Grazie a lavoro di squadra raggiunti risultati straordinari.
 
LIVORNO - Microtunnel: avanti tutta. Inizieranno domattina i lavori di realizzazione dei tre pozzi di emungimento all’interno del pozzo di recupero presso la calata del Magnale. A dichiararlo il presidente dell'Autorità di sistema portuale, Stefano Corsini, durante una conferenza stampa organizzata dalla Capitaneria di Porto per presentare le novità che saranno oggetto di un’ordinanza che detta le nuove condizioni per l’ingresso, l’uscita e la manovra delle grandi navi portacontainer e car carrier in Darsena Toscana e nel Canale Industriale.
 
Lo rende noto l'Autorità di Sistema portuale di Livorno e Piombino: Non si tratta di uno step secondario: i pozzi di emungimento servono a tenere basso il livello della falda acquifera e ad impedire, quindi, che il pozzo di recupero, quello realizzato, per l’appunto, lungo la Calata del Magnale, subisca allagamenti imprevisti. Se dovesse essere rispettato il tabellino di marcia, il Microtunnel potrebbe essere realizzato entro l’estate. A partire da quel momento spetterà all’Eni occuparsi dello spostamento di quelle tubazioni che oggi costeggiano le due sponde del canale di accesso in porto limitandone la sezione navigabile. Una volta spostato il fascio tubiero, i tecnici dell’Adsp resecheranno la seconda parte della sponda della strettoia lato Torre del Marzocco, banchinandola e arretrandola di 30 metri.
 
Perintanto Capitaneria di Porto e Adsp stanno cominciando a raccogliere i frutti di un lavoro di squadra che sta già consentendo allo scalo labronico di essere ancora più competitivo. Stando infatti ai dati presentati stamani dal comandante della Capitaneria di Porto, Giuseppe Tarzia, il dragaggio dell’imboccatura Sud, già ultimato, e il prossimo completamento dei lavori di allargamento provvisorio del canale di accesso alla Darsena Toscana (che a breve avrà una larghezza di 90 metri alla profondità di 13), consentiranno al porto di movimentare potenzialmente sino a 110mila Teus in più rispetto al 2017.
 
E ciò verrà reso possibile grazie alle disposizioni che la Capitaneria di Porto si appresta ad emanare, con le quali verranno ritoccati al rialzo gli attuali limiti di pescaggio per tutte le classi di navi, anche per quelle con oltre 300 metri di lunghezza e 48 di larghezza.
 
La nuova regolamentazione aumenterà anche la tolleranza massima dell’incidenza del vento sull’ingresso e l’uscita delle navi (fino a venti nodi), e aumenterà le possibilità di uscita notturna per molte classi di navi, e anche per le car carriers fino a 200 metri di lunghezza, che potranno uscire dal porto di notte senza problemi.
 
Tutto questo, per Corsini, è il risultato di una collaborazione strategica tra le Istituzioni, Operatori e servizi tecnico nautici. “Grazie a questo lavoro di squadra – ha detto – sono stati raggiunti risultati straordinari che permettono a questo porto di traguardare con maggiore serenità gli anni che ci separano dalla realizzazione della Piattaforma Europa”.
 
Il porto, insomma, è vivo, ed è già sulla mappa dei grandi player, come dimostra la presenza stamani alla conferenza stampa del comandante Lucio Vaccaro, responsabile per MSC della linea per il Nord e Sud America.

Post correlati

Genova sciopero tir in porto: Il prefetto convoca le parti

GENOVA– Stamani per le ore 11,00 il prefetto di Genova, Fiamma Spena, ha convocato con carattere di urgenza, il tavolo di […]

Genova sciopero Tir: Gallo CGIL, “Al Tavolo troppi soggetti, hanno fatto il lavoro senza di noi”

di Lucia Nappi GENOVA – Le agitazioni e il blocco degli autisti dell’autotrasporto nel porto di Genova è iniziato ieri […]

Livorno, sei condanne per la morte di un operaio in porto otto anni fa

Concluso il processo di primo grado per la morte in porto a Livorno, dell’operaio della cooperativa Ma. Ris. di La […]


Leggi articolo precedente:
Il nuovo regolamento di accesso al porto di Livorno, porterà nuovi traffici nel 2018

Nuovo regolamento di accesso in porto a Livorno per l’ingresso, l’uscita e la manovra delle maxi navi portacontainer da 9mila...

Chiudi