lorenziniterminal
grimaldi
Ports > Lavoro marittimi:”Etica e impresa: quale responsabilità sociale?” / Propeller Club Livorno

Spadoni

Lavoro marittimi:"Etica e impresa: quale responsabilità sociale?" / Propeller Club Livorno

LIVORNO - L’International Propeller Club Port of Leghorn presenta Il libro “Etica e impresa: quale responsabilità sociale? Un equilibrio complesso” dI Barbara Bonciani. Con l'occasione verrà ricordata la figura di Federico Sgherri, capo pilota del porto di Livorno, scomparso nel mese di gennaio scorso e, figura centrale nel volontariato nei confronti dei marittimi.
 
Il libro nasce dalla collaborazione tra Barbara Bonciani e Federico Sgherri ed in particolare il terzo capitolo è dedicato ai lavoratori del mare, che pagano spesso il prezzo delle economie di scala degli armatori stranieri e sono le prime vittime della scarsa sicurezza e tutela giuridica nel caso delle “bandiere fantasma”.
Dalla ricerca di Bonciani e Sgherri emerge l’importanza di un’accoglienza a terra, la quale consente ai lavoratori del mare di avere assistenza e mettersi in contatto con le famiglie di origine, ovviando in parte all’isolamento che le differenze etniche e sociali creano a chi sceglie di spendere la propria vita sulle navi.
 
Dopo l’introduzione della presidente del Club, Maria Gloria Giani Pollastrini, è previsto l’intervento dell’autrice Barbara Bonciani, la quale oltre ad essere dipendente (Ufficio Studi) dell’Autorità di Sistema insegna anche Sociologia dello Sviluppo all’Università di Pisa.
 A seguire il comandante Ubaldo Sgherri, sottocapo pilota del porto di Livorno nonché figlio di Federico ricorderà la figura del padre. Le conclusioni dei lavori  verranno affidate al direttore marittimo della Toscana, l’ammiraglio Giuseppe Tarzia.
Federico Sgherri – commenta Maria Gloria Giani Pollastrini - è stato un uomo serio, riservato e generoso; dalla stima professionale è poi scaturita una profonda amicizia che abbiamo condiviso insieme con mio marito. Se si parla di welfare per i marittimi, il primo pensiero va a lui, il quale ha dedicato il suo tempo e la sua passione civile al prossimo, prima come pilota, poi come volontario e presidente della Stella Maris, la Associazione che accoglie i marittimi nel porto di Livorno.
La presentazione del libro della dott.ssa Bonciani è così un’ottima occasione per ricordarlo e per approfondire i temi della responsabilità sociale degli armatori nei confronti degli equipaggi”.
 
L’incontro, aperto al pubblico, si terrà lunedì 26 marzo 2018 alle ore 18.45 nei locali dello Yacht Club Livorno (g.c.), Spianata del Molo Mediceo 21."
 

Post correlati

Federlogistica Marche, Morandi: “Porti Mare Adriatico Centrale, senza presidente da un anno”

La denuncia di Federlogistica Marche, Morandi: “Basta tergiversare” – “Nonostante il grande lavoro del commissario Pettorino” – “È tempo che […]

Presentazione del libro di Luciano Guerrieri: “Strategie di Sistema e Gestione snella nelle AdSP”

Giovedì 2 dicembre ore 17,30 – 18,30 a Livorno presso la Fortezza Vecchia, sala Ferretti, nell’ambito dell’iniziativa i “giovedì del […]

Trieste Marine Terminal protagonista del premio internazionale Le Fonti Awards

Trieste Marine Terminal protagonista del premio Le Fonti Awards – Stefano Selvatici amministratore delegato della società terminalistica, per il secondo […]


Leggi articolo precedente:
dragaggi
Monitoraggio insabbiamento nei porti: Al via il progetto UE “Gramas” / Piombino

 PIOMBINO - Creare un sistema di monitoraggio affidabile che aiuti a individuare le cause dell’insabbiamento e prevedere così gli interventi...

Chiudi