Gioia Tauro, rilancio portuale – Prosegue la pubblicazione dei bandi

MSC

GIOIA TAURO – Il porto di transhipment di Gioaia Tauro, con 18 metri di profondità, è stato inserito nelle toccate di riferimento delle tratte internazionali dell’alleanza armatoriale 2M, costituita dalle due compagnie del trasporto marittimo containerizzato Maersk Line e MSC (Mediterranean Shipping Company). Inoltre dallo scorso aprile, ogni settimana fanno servizio nel porto,  portacontainer di 400 metri di lunghezza, 60 di larghezza, con capacità di portata superiore ai 19 mila teus, che grazie alla recente installazione di un sistema di rilevamento e gestione dei dati relativi alla corrente, all’altezza delle onde, alla marea e ai dati metereologici, potranno entrare in porto anche nelle ore notturne.

Pertanto tra gli obiettivi primari dell’Autorità Portuale locale, quello di mantenere una profondità di fondali necessaria per accogliere i giganti del mare, con capacità di trasporto superiore ai 20 mila teus. Lo scalo nel marzo 2019, ha dato avvio ad uno programma triennale di dragaggio dei fondali del valore complessivo di 5 milioni di euro. Nei giorni scorsi – fa sapere in una nota l’Autorità Portuale –  è avvenuta la pubblicazione del bando di gara per l’affidamento del servizio di caratterizzazione dei sedimi portuali, prima di procedere al successivo affidamento dei lavori di completamento del dragaggio dell’intero canale.
Tra le altre misure, rientra nel piano di rilancio portuale, anche, la realizzazione di una banchina lungo l’arenile a ponente del porto, lato nord, con profondità di fondali pari a 17 metri. L’obiettivo è quello di completare il banchinamento del canale al fine di migliorare l’accessibilità lungo le sue banchine poste al lato nord dello scalo.
Per un valore complessivo dell’opera di 16,5 milioni di euro, l’Autorità portuale di Gioia Tauro ha appena pubblicato il relativo bando di gara per l’aggiudicazione della direzione dei lavori e il coordinamento della sicurezza nella fase di esecuzione del cantiere.
In un’ottica di sviluppo delle politiche di sostenibilità, con l’obiettivo di ridurre i consumi di energia elettrica nel porto di Corigliano Calabro, l’Ente ha inserito nel proprio Piano operativo triennale 2020 – 2022 la manutenzione dell’impianto di illuminazione e torri faro, per adeguare lo scalo alle nuove esigenze commerciali.
Dopo l’approvazione del relativo progetto esecutivo e direzione del cantiere, è stata appena pubblicata la procedura di affidamento dei lavori per i quali è stato previsto un impegno di spesa complessivo di 491 mila euro. Il progetto prevede la sostituzione di tutti gli apparecchi con nuove tipologie di illuminazione, basate su tecnologia led. Gli interventi interesseranno tutta l’area portuale, con particolare attenzione all’illuminazione posta lungo la banchina pescherecci e nei piazzali operativi.

LEGGI TUTTO
L'incontro/ Aponte: Geopolitica e potere, l'Europa diventi Federazione - Meeting Assarmatori

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC