lorenziniterminal
grimaldi
Ports > DL Sostegno, Assiterminal e Assologistica: Riduzione canoni e fondo “terminal passeggeri”

DL Sostegno, Assiterminal e Assologistica: Riduzione canoni e fondo “terminal passeggeri”

Assiterminal e Assologistica, le associazioni nazionali in rappresentanza dei Terminalisti portuali e delle imprese della Logistica - in un documento congiunto, hanno rivolto al governo le istanze condivise in vista del prossimo decreto economico - DL Sostegno - in fase di costruzione. Le richieste sono "un potenziale ausilio" ai settori portuale logistico nel perdurare della fase di pandemia.

Due ipotesi di norma, a firma dei presidenti Luca Becce (Assiterminal) e Andrea Gentile (Assologistica) su "tematiche che abbiano valore per tutta la categoria che rappresentiamo" - spiegano le due associazioni - "a prescindere dalla “paternità” di chi promuove le istanze: questo è e deve essere lo spirito associativo, nell’interesse generale delle categorie imprenditoriali del settore che si cerca e si vuole rappresentare .

Questo è il documento:

«In funzione dell’iter di elaborazione e predisposizione del cd. Decreto Sostegno, Ci permettiamo sottoporVi due ipotesi di norma funzionali alla tenuta del sistema delle aziende operanti nella portualità italiana coerentemente con i dettati normativi contenuti nei decreti “ristori” emanati nel corso del 2020 e con la legge di bilancio 2021, perdurando anche nel nostro settore gli effetti della pandemia soprattutto per quanto concerne le Stazioni Marittime al servizio dei traffici crocieristici

In sintesi le due proposte normative che Vi sottoponiamo prevedono:

1) Riproposizione riduzione canoni concessori proporzionale alla riduzione dei fatturati, prendendo spunto dall’ art.199, DL 34/20 e odg approvato in sede di conversione DL milleproroghe (inserito in relazione illustrativa)
2) Riproposizione fondo “terminal Passeggeri” ex art.1, co.666, L.178/20, in considerazione del protrarsi della NON ripartenza dei traffici crocieristici (2020 = - 94% vs 2019 – stime I semestre 2021 (sulla base dei dati fornitici dagli operatori ad oggi) – 99% vs 2019)

Confidando in un Vostro interessamento a favore delle categorie di imprese e lavoratori da noi rappresentate, è evidente che le suddette istanze rappresentano un potenziale (per quanto non esaustivo) ausilio a tutto il settore della portualità indipendentemente dalla rappresentanza associativa: il nostro obiettivo è quello di promuovere istanze che possano avere una ricaduta positiva sul “sistema” dell’imprenditorialità portuale.
Restando a disposizione per qualunque necessità di approfondimento e confronto».

Post correlati

L’ammiraglio Liardo riceve Wista: “Genova, la diga è necessaria” “Capitanerie, personale – 20%, è un problema”

L’ammiraglio Liardo ad un anno dal suo insediamento, il futuro del porto in attesa che i progetti si concretizzino, a […]

Taranto Cruise Ports, partnership finanziaria con Banca di Taranto

Taranto Cruise Port, società del network Global Ports Holding (GPH) – maggiore operatore indipendente di terminal crociere al mondo – […]

Nata Nomisma Mare, studierà le attività economiche connesse al mare

BOLOGNA –  Costituita Nomisma Mare, la nuova divisione di Nomisma Spa. Il Consiglio di amministrazione di Nomisma Spa, riunitosi a […]


Leggi articolo precedente:
Luca Becce
Becce, Assiterminal: Culmv, no all’approccio ideologico – Il riformismo non si fermi al varco portuale

Il presidente di Assiterminal, Luca Becce, è intervenuto sulla difficile situazione del porto di Genova, nelle ore in cui è...

Chiudi