lorenziniterminal
grimaldi
Ports > Attacco informatico ai terminal container sudafricani – Transnet Port Terminal dichiara “forza maggiore”

Attacco informatico ai terminal container sudafricani - Transnet Port Terminal dichiara "forza maggiore"

Un attacco informatico ha interrotto, da giovedì scorso, l'operatività nei terminal container dei porti sudafricani di Durban, Ngqura, Port Elizabeth e Cape Town.

JOHANNESBURG - In Sudafrica il maggiore operatore terminalistico portuale del Paese - Transnet Port Terminal (TPT)-  anche operatore ferroviario statale per il trasporto di merci e gestore di gasdotti -  è stato colpito da un grave attacco informatico che, da giovedì della scorsa settimana, ha interrotto l'operatività nei terminal container nei porti di Durban, Ngqura, Port Elizabeth e Cape Town.

Questo è un problema che va complicare ulteriormente un mese già difficile per i porti del Sudafrica, dopo le violente proteste in risposta all' arresto da parte del governo dell'ex presidente Jacob Zuma.

TPT con sede a Johannesburg, fondata nel 1991, giovedì scorso aveva dato notizia di una interruzione nei sistemi di rete IT, venerdì aveva poi informato di aver identificato e isolato la fonte dell'interruzione, ma i problemi tecnici sembrano tutt'ora persistere, poichè ancora stamani il sito web di TPT  è inaccessibile e mostra un messaggio di errore.

Secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa statunitense Bloomberg, la società ha informato i clienti in una nota: "Transnet Port Terminal ha subito un attacco informatico" - ha scritto l'operatore terminalistico - "in seguito all'intrusione e al sabotaggio dei sistemi di sicurezza, che ha provocato l'interruzione dei normali processi e delle funzioni di TPT  con la distruzione o il danneggiamento delle strumentazioni o delle informazioni".

E ancora: "Attualmente gli investigatori stanno valutando la fonte della compromissione e l'estensione della violazione o del sabotaggio della sicurezza dei dati ICT". La società sta adottando "tutte le misure possibili e ragionevoli per limitare l'impatto dell'interruzione". TPT ha, inoltre, dichiarato “forza maggiore", ovvero quando circostanze imprevedibili impediscono ad una società di adempiere a un contratto.

Durban

Nel porto di Durban, Transnet gestisce oltre il 60% del traffico container del Sudafrica, lo scalo è stato per decenni il porto container più trafficato dell'Africa, ma negli ultimi anni è scivolato  al terzo posto dopo Tangeri in Marocco e Port Said in Egitto.

 

Post correlati

Taranto Cruise Ports, partnership finanziaria con Banca di Taranto

Taranto Cruise Port, società del network Global Ports Holding (GPH) – maggiore operatore indipendente di terminal crociere al mondo – […]

Nata Nomisma Mare, studierà le attività economiche connesse al mare

BOLOGNA –  Costituita Nomisma Mare, la nuova divisione di Nomisma Spa. Il Consiglio di amministrazione di Nomisma Spa, riunitosi a […]

Nuova diga di Genova, gara deserta per condizioni economiche inadeguate e tempi stretti

GENOVA – E’ scaduto alla data del 30 giugno alle ore 12,00 la procedura negoziata per l’affidamento dell’appalto integrato complesso […]