lorenziniterminal
grimaldi
Ports > Asamar, Confindustria e Spedimar per “Livorno si mobilita”

Asamar, Confindustria e Spedimar per "Livorno si mobilita"

"Gli operatori portuali e della logistica, attraverso le Associazioni di categoria Asamar - Associazione Agenti Marittimi Raccomandatari, Confindustria sezione Terminal e Spedimar - Associazione tra le Imprese di Spedizioni Internazionali e di Logistica, aiutano il Comune nella battaglia per la salute della nostra città". Lo si legge in una nota congiunta delle associazioni.

"Livorno si mobilita" è l'iniziativa promossa dal Comune di Livorno attraverso l'attivazione di un conto corrente ordinario dedicato all'emergenza COVID-19 presso il Monte dei Paschi di Siena denominato “Emergenza COVID-19. Livorno si mobilita” e intestato al Comune di Livorno, per aiutare le strutture sanitarie e del sociale.

Il sindaco Luca Salvetti rispetto all'iniziativa ha dichiarato: “Sono certo che i livornesi risponderanno con la generosità che li caratterizza. L'iniziativa è nata su richiesta di molti cittadini ed anche personaggi conosciuti in città, che avevano necessità di uno strumento valido e sicuro per dare il proprio contributo. In questo momento è veramente importante fare un donazione per aiutare le strutture sanitarie e del sociale”.

Post correlati

Autoproduzione, Assarmatori su emendamenti DL Rilancio, “sarebbe tornare indietro”

Sul tema dell’autoproduzione dei servizi portuali interviene Assarmatori precisando che non esiste una contrapposizione tra marittimi e portuali ma la […]

UPI, Bellomo a Pettorino: Unitarietà della categoria, siamo pronti a discutere

“Il neo presidente, ripropone l’apertura del “dialogo per ricucire la spaccatura che c’è stata tanti anni fa”. Tuttavia, il tenore […]

Piombino, hub per le riparazioni navali – “Un Bacino per Piombino” Tavola Rotonda

Il porto di Piombino Hub delle riparazioni navali – La dislocazione stabile di servizi di riparazione navale nel porto di […]


Leggi articolo precedente:
Luigi Merlo
Merlo: Porti e logistica, situazione pericolosa – Proposte del settore, inascoltate

MILANO - Il Governo chiude oltre il 50% delle attività del Paese, fino al 3 aprile, e a sorreggere il...

Chiudi